Comuni

Tutte le sezioni

A Comiso "Luce finita Fest"

Cultura
12/12/2018 - 05:05

Una grande kermesse dedicata a Gesualdo Bufalino: cinema, poesia, musica, installazioni artistiche, mostre tematiche, un connubio di arti all’interno del primo e unico festival siciliano dedicato alle luminarie d’artista. A Comiso dal 13 dicembre, e sino al 27 gennaio, prende il via "Luce finita FEST. L’uomo illuminato”, organizzato dalla Fondazione degli Archi.

L'evento è realizzato con la collaborazione di Archinet, Cinestudio Groucho Marx, Factori e con il patrocinio del comune di Comiso e della Fondazione Bufalino. Il festival si propone di diventare un format culturale capace di valorizzare le potenzialità del territorio. Il cortile della Fondazione Bufalino, con una “sala delle tazze” appositamente allestita, e altri luoghi della città storica (piazze e sagrati), accoglieranno i visitatori nelle tante serate dedicate alla musica, al cinema, alla poesia, all’arte. Il primo appuntamento è il 13 dicembre. Nel giorno di Santa Lucia, nel cortile della Fondazione Bufalino, quest’anno si installerà la luminaria realizzata - su disegno di Giovanni Robustelli - da Salvatore Di Benedetto, titolare dell’omonima ditta di Monterosso Almo.

“Abbiamo abbinato al tema della luce – spiega il direttore artistico Nunzio Andrea Zago – una factory sperimentale, uno spazio di dialogo in cui si esprime la sinergia tra le arti performative e mediali, ispirandoci al “Light Fest” di Amsterdam e a “Luci di Artista” di Torino. È un’opportunità per rivelare la nostra città come un luogo storicamente votato all’arte e alla cultura, valorizzandone il ricco patrimonio architettonico e artistico. Quest’anno abbiamo affidato alla maestria di Gianni Robustelli il disegno della luminaria”. “Per me è una scommessa e una grande opportunità – aggiunge Salvatore Di Benedetto – sono felice di aver collaborato a questa iniziativa di notevole interesse culturale”.