Comuni

Tutte le sezioni

La natura scomposta di Valino a Scicli

Cultura
23/06/2018 - 05:10

Prorogata a sabato 30 giugno la chiusura della personale dedicata a Valerio Valino alle Quam di Scicli. Il progetto, a cura di Virginia Glorioso, ha portato in mostra opere di grandi formati, interamente pensate per questa occasione, che riassumono una spiccata maestria nello scomporre lo spazio in piani di colore.

Valino è un giovanissimo, appena 28 anni, che dimostra un’eccezionale caparbietà pittorica, e in particolare un’impareggiabile energia vitale, che lo porta a contaminare e contaminarsi di mondi ed esperienze altrui. In un continuo confronto e riscontro di quanto la sua necessità di ricerca lo porti a fare! Anche per questo motivo, parte del suo tempo è dedicato a Dendron, un luogo (contenitore-contenuto) in cui ospita e condivide attività culturali delle più disparate! Dal teatro alle residenze d’arte, dalle esperienze in natura alla poesia, e naturalmente il suo studio personale, costruito da lui, a cui ha dato il nome di ‘Estatia’.

“La luce e l'ambiente circostante invadono lo spazio di Estatia”, racconta Virginia Glorioso in catalogo, “e le pitture che qui vengono realizzate raccontano di questa invasione, fusione, osmosi”. Valino è più che un pittore, è un animo artistico a tutto tondo, ancora acerbo e con un’esigenza smodata di conoscere, ma in grado di fare sintesi linguistica da esperienze di qualsiasi genere; una personalità che con la maggiore esperienza potrebbe esprimersi in genialità, cosa che tutti gli augurano, dalla curatrice palermitana al gallerista di Quam, dagli autori e maestri ispiratori ai collezionisti che lo hanno inserito nelle loro selezioni.

La mostra ‘Valerio Valino_Prospettiva Informale’, a cura di Virginia Glorioso, rimarrà aperta quindi fino a sabato 30 giugno, anche nei pomeriggi dei festivi, sempre ad ingresso gratuito.