Salute e benessere

Come riconoscere l'infarto? Quali sono i sintomi?

Dolore al petto tra i sintomi dell'infarto

0

0

0

0

0

Come riconoscere l'infarto? Quali sono i sintomi?
Come riconoscere l'infarto? Quali sono i sintomi?

Come riconoscere l’infarto? Quali sono i sintomi?  Riconoscere l’infarto in tempi celeri può salvare la vita. Ma quali sono i sintomi per riconoscere l’infarto? Il principale sintomo che dovrebbe subito mettere in allarme è il dolore toracico prolungato che appare all’improvviso e non smette in maniera spontanea. Secondo alcuni pazienti questo fenomeno ha un’intensità variabile e a volte arriva ad essere anche forte e insopportabile, come un peso che non lascia respirare. Spesso il dolore nella maggior parte dei casi è localizzato dietro lo sterno o sopra lo stomaco, a volte può essere scambiato per bruciori di stomaco associati a cattiva digestione. Fate ben attenzione se viene presa la parte sinistra al braccio e alla spalla. Come riconoscere l’infarto? Quali sono i sintomi. Un altro sintomo per riconoscere l’infarto è lo svenimento. Si tratta di una percentuale molto bassa ma tutto può succedere. Il dolore maggiormente prenderà tutto il petto, la parte sinistra del braccio e viene accompagnato da una sudorazione fredda.

Se siete convinti di trovarvi davanti a una persona che si trova di fronte ad un soggetto colpito da infarto, deve chiamare il 118 ed eseguire le manovre necessarie mentre si attendono i soccorsi. Infatti, se all’infarto segue l’arresto cardiaco sarà necessario iniziare con il massaggio, quindi entra in gioco il fattore tempo in questa situazione che diventa l’elemento più importante e la probabilità di successo della defibrillazione.  Ricordatevi sempre che più velocemente si riesce ad intervenire, maggiori sono le percentuali di successo, visto che la quantità di tessuto cardiaco salvato è proporzionale alla precocità della ripercussione. Le cause che portano all’infarto sono moltissime, dall’occlusione derivata dalla trombosi, che si forma in conseguimento i una formazione di placche ateromatose.

Come riconoscere l’infarto? Quali sono i principali fattori di rischio?


Ecco alcune cause che possono provocare l’infarto: Fumo, Displidemie, Ipertensione Arteriosa, Diabete Melito, Sovrappeso, Sindrome Metabolica, Stile di vita sedentario, essere maschi e tra i 50 e i 60 anni.
Come riconoscere l’infarto? Come prevenire l’infarto?
Per prevenire l’infarto è fondamentale seguire una dieta sana ed una buona e regolare attività fisica. Naturalmente per fare questo non occorre un medico per riconoscere che uno stile di vita sano ed una alimentazione equilibrata sono fondamentali per il benessere del nostro organismo. Ecco alcuni consigli utili per prevenire l’infarto: va bene assaggiare un pò di tutto ma sempre con moderazione. E’ consigliato fare della sana attività fisica cosi’ come suggeriscono i medici, al limite anche delle lunghe passeggiate possono andare bene per mettere in movimento tutte le parti del corpo, assumere molta acqua per evitare possibili disidratazioni e vivere la vita con leggerezza.

0

0

0

0

0

Come riconoscere infarto
Sintomi infarto
Salute
Dieta
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Come riconoscere l'infarto? Quali sono i sintomi?
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Colesterolo alto ldl: sintomi, cause, alimentazione dieta
News Successiva
Dieta low carb settimanale: il metodo veloce per dimagrire