Attualità

Vendemmia Vittoria, la comunità Beautiful Days nell'azienda Occhipinti

L'azienda Occhipinti accoglie gli ospiti della cooperativa Beautiful Days

0

0

0

0

0

Vendemmia Vittoria, la comunità Beautiful Days nell'azienda Occhipinti
Vendemmia Vittoria, la comunità Beautiful Days nell'azienda Occhipinti

Vittoria - Vendemmia e vinificazione: l’esperienza degli ospiti della comunità Beautiful Days nell’azienda agricola «Arianna Occhipinti». L’azienda vitivinicola “Arianna Occhipinti” accoglie gli ospiti della cooperativa Beautiful Days di Vittoria. Un gruppo di proveniente  ospiti delle comunità di Vittoria e Acate hanno visitato l’azienda di contrada Bombolieri, hanno vissuto e conosciuto le varie fasi della vendemmia. Accolti dalla titolare e da uno dei suoi collaboratori, Ermanno Vella, il gruppo ha visitato la zona di ricezione delle uve, che arrivano dai vigneti, hanno visionato le vasche di fermentazione, che accolgono l’uva dopo la pigiatura, la “bottaia”, con le grandi botti in rovere dove il mosto viene trasferito per concludere il processo di fermentazione e le aree per l’imbottigliamento e l’etichettamento. Hanno visitato i vigneti e l’orto sinergico aziendale, con vari prodotti. La visita si è conclusa con la degustazione del vino, una bottiglia di “SP 68”, una delle etichette di punta dell’azienda di Arianna Occhipinti, composto al 70 per cento da Frappato e al 30 per cento da Nero d’Avola.

Un’esperienza esaltante e, per alcuni, assolutamente nuova. In precedenza, altri gruppi avevano vissuto l’esperienza della raccolta delle uve nell’azienda Colle d’Oro di contrada Bufali, a Ispica, dove si trovano dei vigneti per la varietà Roselle e Frappato. «Il reinserimento sociale dei nostri ospiti – spiega Annalisa Scribano – passa attraverso vari percorsi di Cittadinanza attiva che li rendano protagonisti nella vita di ogni giorno. Vogliamo che essi conoscano il territorio dove vivono e le varie aziende che vi operano. L’esperienza della vendemmia a Ispica, l’esperienza della produzione vinicola a Vittoria, conclusa con una piccola degustazione (in quantità minime compatibile con le terapie) sono state esaltanti. Hanno riacceso entusiasmo e volontà di intraprendere piccoli percorsi di lavoro. Negli ultimi mesi abbiamo promosso altri percorsi: abbiamo studiato e conosciuto le fasi di produzione del caffè, o del cioccolato, con la visita alla Dolceria Bonaiuto. Abbiamo vissuto un’esperienza di raccolta delle mandorle, alla Cascina dei Sensi di Rosolini, conclusa con la produzione del gelo di mandorle. Un gruppo è impegnato ora nella raccolta delle olive: seguirà la molitura e l’imbottigliamento, con la nostra etichetta “Beautiful Days”».

«Questo è il valore aggiunto delle nostre comunità – aggiunge il presidente Gianni Salerno – puntiamo al recupero delle facoltà dei nostri ospiti che accompagniamo verso un reinserimento sociale il più ampio possibile, cercando di sviluppare al massimo le capacità di ciascuno. I nostri ospiti vivono moltissime esperienze esterne che permettono loro di mantenere un rapporto costante con la vita quotidiana e di arricchirsi di sempre nuove esperienze». Entusiasta anche Arianna Occhpinti, titolare dell’azienda avviata nel 2004. «È stata per me una gioia accogliere il gruppo di Beautiful Days. Sapere di averli fatti stare bene per mezza giornata, vedere il loro interesse, osservare i loro sorrisi e quelli dei miei collaboratori, mi rende orgogliosa. Siamo e dobbiamo rimanere aperti per accogliere anche le comunità locali che vogliono scoprire la vita della nostra azienda agricola».

0

0

0

0

0

Vendemmia
Vino
Vittoria
Beautiful days
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Vendemmia Vittoria, la comunità Beautiful Days nell'azienda Occhipinti
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ragusa: Abbiate il coraggio di vivere in pieno la vita
News Successiva
Covid Ragusa, 390 positivi e un decesso: morta donna di Scicli