Rimedi naturali

Olio di iperico, gli usi che non tutti conoscono e come si prepara: ricetta

Ecco cos'è e la ricetta per la preparazione dell'olio di iperico. 

0

0

0

0

0

Olio di iperico, gli usi che non tutti conoscono e come si prepara: ricetta
Olio di iperico, gli usi che non tutti conoscono e come si prepara: ricetta

Ragusa - Olio di iperico, gli usi che non tutti conoscono e come si prepara. Ecco cos'è e la ricetta per la preparazione dell'olio di iperico. L’iperico (chiamata anche erba di San Giovanni perché viene raccolto prevalentemente il 24 giugno) è una pianta erbacea originaria dell’Europa della quale si utilizzano le sommità fiorite e in minor misura le foglie. Dai fiori di iperico, raccolti a fine giugno, si ottiene un oleolito (macerato oleoso di piante fresche o essiccate poste in un contenitore di vetro, ricoperte d'olio e lasciate a macerare) dal colore rosso intenso che viene utilizzato direttamente sulle parti da trattare. L’olio di iperico è un rimedio naturale dalle proprietà antibiotiche, antivirali e antimicotiche, cicatrizzanti, antisettiche (antivirali e antifungini), antibatteriche, analgesiche, antinfiammatorie, anestetiche, astringenti, purificanti, decongestionanti, emollienti e lenitive.

Si può usare esternamente sotto forma di oleolito e creme, pomate o internamente ingerendo l'olio o compresse contenenti i principi attivi:
esternamente (uso topico) viene usato per le sue proprietà antinfiammatorie cicatrizzanti e antisettiche per scottature, bruciature, eritemi solari, dolori articolari e gonfiori (contusioni, distorsioni, gotta e reumatismi), macchie della pelle, psoriasi, secchezza della pelle del viso e del corpo, piaghe da decubito, smagliature, cicatrici, segni provocati dall'acne, mani screpolate, ferite alla pelle o alle mucose, gengiviti, emorroidi, punture di insetti, pelle arrossata da pannolino, escoriazioni da raffreddore. Basta applicare l'olio sulla parte lesa, anche su ferite aperte, 2-3 volte al giorno o al bisogno. In caso di dolori articolari l'olio si applica facendo dei massaggi per facilitarne l'assorbimento e attenuare il dolore. Non ci sono controindicazioni per l’uso topico dell’olio d’Iperico in età pediatrica e nell'adolescenza.

Olio di iperico: come si prepara: ricetta
La ricetta più antica per la preparazione dell’olio di iperico prevede la raccolta manuale dei fiori, su terreni lontani dal traffico e situati in zone incontaminate. I fiori ancora freschi vanno messi in un vasetto di vetro a chiusura ermetica, e ricoperti di olio di oliva o di semi di girasole. Si chiude il contenitore e si espone al sole per 1 mese circa. Già dopo qualche giorno l’olio assume un’intensa colorazione rosso rubino. È necessario capovolgere il vaso di tanto in tanto al fine di ottimizzare l’estrazione dei principi attivi. Terminato il tempo di esposizione al sole, si recupera tutto l’olio, filtrandolo con una stoffa sottile, per poi travasarlo in una bottiglia di vetro scuro che abbia sempre la chiusura ermetica.   L’azione dell’olio di iperico sulle ustioni. Perché le proprietà dell'olio di iperico si espletino al massimo, è bene applicarlo direttamente sulle piaghe provocate da ustioni sulle quali è in grado di eliminare totalmente il dolore già dopo pochi minuti e fintanto che si tiene la piaga coperta con olio di iperico il dolore non ricompare. La cicatrizzazione delle lesioni, anche di quelle più gravi, avviene molto rapidamente e senza i raggrinzamenti tipici delle cicatrici da ustioni. Ma vediamo come agisce caso per caso.

Nelle ustioni di primo grado, come l’eritema solare, generalmente sono sufficienti un paio di applicazioni di olio di iperico per risolvere il problema. Per le ustioni di secondo grado, caratterizzate dalla formazione di bolle d’acqua, l’olio di iperico impedisce la necrosi della pelle sollevata, arresta il processo di essudazione che porta al rapido accrescimento delle vesciche, grazie all’azione dell’ipericina sul circolo capillare danneggiato e permette la rigenerazione dei tessuti lesionati, senza che queste vengano mai a contatto con l’esterno e quindi con i batteri. Ciò è dovuto, non solo all’azione antibatterica dei principi attivi contenuti nell’iperico, ma anche al fatto che l’epidermide sollevata non si stacca fino alla completa cicatrizzazione della parte sottostante. Nelle ustioni di terzo grado: le bolle non si formano perché la pelle è stata bruciata. In questo caso l’olio di iperico manifesta appieno le sue proprietà vaso protettrici e di diminuzione della permeabilità vasale arrestando la trasudazione delle aree ustionate che, nei casi gravi, interessano un’ampia superficie del corpo e rappresentano la principale causa di decesso. La cicatrizzazione è veloce senza raggrinzamenti, mentre le piaghe non si infettano

Olio di iperico: come rimedio di bellezza
Tra le altre caratteristiche l’olio d’Iperico è un alleato di bellezza. E’ usato contro l’invecchiamento della pelle, per contrastarne la secchezza, per schiarire le macchie cutanee, per attenuare le cicatrici (segni dell’acne e smagliature) o come doposole per le sue proprietà lenitive. I principi attivi dell’oleolito sono in grado di ridare alla pelle elasticità, migliorarne l’aspetto, stimolare la rigenerazione cellulare e la sua azione antiossidante. Si rivela utile per le rughe più o meno marcate. L’olio di iperico viene spesso usato come ingrediente delle creme antirughe. Per le sue proprietà emollienti è un valido rimedio naturale se si vuole ridonare lucentezza e morbidezza al cuoio capelluto. Grazie alle sue proprietà è probabilmente il “cosmetico” naturale antirughe, anti-invecchiamento e anti-età più potente ed efficace che esista in natura.

Olio di iperico: altra ricetta facile per la preparazione
Come fare l'oleolito d’Iperico: mettere circa 30 gr di fiori freschi in un vaso di vetro e aggiungere 100 ml di olio di oliva possibilmente extravergine. Lasciare macerare nel vaso chiuso per circa 20-30 giorni, mettendolo al sole e girando il vasetto ogni tanto. Trascorso questo tempo, filtrare l'olio usando un panno di cotone pulito o una garza e conservare in una bottiglia o vaso di vetro scuro, chiuso e al riparo dalla luce del sole.
Olio di iperico: rimedio naturale contro la follicolite
La follicolite, come già detto, può essere causata da rasature e da cerette aggressive. In questi casi si rivela efficace l'olio di iperico. La presenza di tannini, flavonoidi e carotene gli conferisce benefici ricostitutivi, antinfiammatori e antibatterici. Al fine di evitare il disturbo, prima della depilazione è consigliato detergere delicatamente la pelle ed effettuare uno scrub che va ad eliminare cellule morte e impurità.

0

0

0

0

0

Olio di iperico
Follicolite
Pelle
Bellezza
Ricetta
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Olio di iperico, gli usi che non tutti conoscono e come si prepara: ricetta
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
5 ricette di centrifugati per la dieta
News Successiva
Ecco la tisana ideale da bere ogni giorno per restare in forma