Appuntamenti

Ragusa

Genti di Sicilia a Ragusa: già 2000 visitatori

Le opere dei maestri figurinai Bongiovanni Vaccaro

0

0

0

0

0

Genti di Sicilia a Ragusa: già 2000 visitatori Genti di Sicilia a Ragusa: già 2000 visitatori

RAGUSA – Continua il successo della mostra Genti di Sicilia al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla. Inaugurata lo scorso 1 giugno, resterà fruibile fino all’8 luglio. Un omaggio all’arte dei maestri figurinai Bongiovanni - Vaccaro, attraverso le statuine in terracotta realizzate nell’Ottocento, appartenenti alla collezione privata della famiglia Arezzo Scucces DiQuattro, esposte per la prima volta al pubblico nel bellissimo teatro barocco su iniziativa delle giovani collezioniste Vicky e Costanza DiQuattro. Tantissimi i visitatori, già oltre 2000, che in queste settimane hanno ammirato l’esposizione immergendosi nella suggestiva atmosfera che le meravigliose opere e il percorso espositivo riescono a creare. Si tratta di siciliani ma anche dei primi turisti provenienti dal resto d’Italia e dall’estero che iniziano ad animare l’estate isolana. Li accoglie un “nuovo” Teatro Donnafugata, i cui foyer sono stati infatti trasformati in galleria d’arte.

A colpire sono soprattutto il rigore espositivo e la luce che in un gioco di colori, ombre, pannelli riescono a mettere in risalto le opere nella loro tridimensionalità, anche grazie all’espediente espositivo di uno specchio posto ai lati delle teche che permette di ammirare anche il prospetto laterale delle statuine. L’esposizione è curata dallo storico dell’arte Costantino D’Orazio e ha richiesto un approfondito studio di ricerca che ha permesso di ricostruire il percorso artistico dei Bongiovanni - Vaccaro e quindi dell’artigianato dell’epoca e delle statuine esposte. Una mostra che vale la pena di ammirare per recuperare uno spaccato della storia, della memoria sociale e delle tradizioni siciliane, grazie a scene di vita quotidiana che i maestri ceramisti hanno saputo riprodurre con dovizia di particolari. Ne emerge una Sicilia vera, poverissima, ma anche profondamente dignitosa, i cui uomini, donne, bambini, per lo più contadini e artigiani regalano un profondo senso di rispettabilità e di vita comune.

La fruizione è gratuita, ma è obbligatoria la prenotazione al link www.teatrodonnafugata.it per contingentare gli ingressi nel rispetto delle regole anti-covid. Orari mostra: dalle 10.00 alle 20.00, dal martedì alla domenica con fasce orarie di un’ora per ciascun turno di prenotazione. Genti di Sicilia è organizzata dall’associazione Donnafugata 2000 e promossa dall’Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. Il progetto del percorso della mostra è dello studio Sciveres Guarini Associati. Le foto in catalogo sono di Giuseppe Bornò. Sponsor della mostra: Libero Consorzio dei Comuni Iblei, Banca Agricola Popolare di Ragusa, Adecco.

0

0

0

0

0

Genti di sicilia
Teatro donnafugata
Figurinai bongiovanni
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Genti di Sicilia a Ragusa: già 2000 visitatori
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ragusa, Teatro e cinema fanno ben sperare
News Successiva
Premio Arte Sicilia, canto e danza a Marina di Modica: ecco i giurati FOTO