Italia

Covid

Covid, Salvini: Chiesto a Draghi stop obbligo mascherine all'aperto

E' stato un incontro utile e costruttivo

0

0

0

0

0

Covid, Salvini: Chiesto a Draghi stop obbligo mascherine all'aperto Covid, Salvini: Chiesto a Draghi stop obbligo mascherine all'aperto

ROMA - ’’E’ stato un incontro utile e costruttivo. C’è sintonia sulle riforme. Ho chiesto di correre il più possibile per il ritorno alla normalità, di togliere l’obbligo del bavaglio il prima possibile perchè i dati sono buoni e gli italiani hanno rispettato le regole. In quasi tutta l’Europa si toglie l’obbligo della mascherina, quindi spero che anche l’Italia possa tornare entro non dico poche ore ma giorni a lasciare respirare all’aperto’’. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, al termine dell’incontro con il premier Draghi a Palazzo Chigi, parlando con i giornalisti. ’’E’ tempo di restituire agli italiani il diritto al lavoro e alla libertà’’, ha aggiunto. ’’Lo stato di emergenza scade a fine luglio, se ne parla quando scade. Mi sembra chiaro però che il piano vaccinale efficace, il lavoro dei medici, la pazienza degli italiani e il sole che ci manda il buon Dio abbiano riportato la situazione sotto controllo.

Se a fine luglio l’emergenza sarà alle spalle ne prendermo atto, ma una cosa che si può fare da domani è riaprire le attivita ancora chiuse e togliere l’obbligo delle mascherine all’aperto. Liberiamo gli italiani da questo simbolo utile in fase di emergenza’’, ha concluso.

0

0

0

0

0

Obbligo
Mascherine
Stop
Draghi
Salvini
Covid
Italpress
Articolo diItalpress

Collaboratore

Commenti
Covid, Salvini: Chiesto a Draghi stop obbligo mascherine all'aperto
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza: a maggio per 2,9 milioni persone
News Successiva
Bonus 1600 euro decreto Sostegni bis: a chi tocca senza domanda