Sicilia

Catania

Eruzione Etna, attività stromboliana meno intensa

La nota dell'Ingv

0

0

0

0

0

Eruzione Etna, attività stromboliana meno intensa
Eruzione Etna, attività stromboliana meno intensa

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che dalle immagini delle telecamere di video sorveglianza si osserva che nel corso della notte è proseguita l'attività stromboliana dal Cratere di Sud-Est, che è diventata progressivamente meno intensa e frequente.  Attualmente si verificano delle esplosioni intra-crateriche che producono scarsa cenere, dispersa rapidamente in atmosfera. Il fronte della colata lavica diretta a SW, descritta nel Comunicato N.361, è in raffreddamento. La decrescita dell'ampiezza media del tremore vulcanico, segnalata nello stesso Comunicato, è proseguita anche nelle ore successive ed intorno alle ore 00:30 il parametro ha raggiunto l'intervallo dei valori bassi. Attualmente, l'ampiezza del tremore mostra una tendenza stazionaria all'interno di questo livello. Il centroide delle sorgenti del tremore vulcanico è localizzato nell'area compresa tra il cratere Bocca Nuova ed i lCratere di Sud-Est, ad una elevazione di 2900-3000 m sul livello del mare.

L'attività infrasonica è bassa; gli sporadici eventi registrati sono tutti di bassa energia e risultano localizzati nell'area della Bocca Nuova. Dall'ultimo aggiornamento, non si osservano variazioni significative nelle serie temporali delle stazioni di monitoraggio delle deformazioni del suolo.

0

0

0

0

0

Eruzione
Etna
Ingv
Cratere sud est
Vulcano
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Eruzione Etna, attività stromboliana meno intensa
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Eruzione Etna, fontana di lava da cratere di sud est
News Successiva
Riaperto aeroporto di Catania: possibili ritardi voli per eruzione Etna