Cultura

Museo

Il 5 giugno riapre Palazzo dei Mercedari a Modica

Riapriranno le porte del Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari

0

0

0

0

0

Il 5 giugno riapre Palazzo dei Mercedari a Modica Il 5 giugno riapre Palazzo dei Mercedari a Modica

Sabato 5 giugno alle 11 riapriranno ufficialmente le porte del Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari Serafino Amabile Guastella presso Palazzo dei Mercedari. Un evento atteso da tanti in Città che restituisce alla collettività un pezzo significativo del proprio patrimonio culturale e della propria identità. Una riapertura resa possibile dalla collaborazione dell’Amministrazione Comunale con l’Associazione “S.A. Guastella” e giunta al termine dei significativi interventi di restauro cui è stato sottoposto l’intero immobile. I visitatori che parteciperanno all’evento avranno modo così di ritrovare le testimonianze storiche del passato contadino di Modica e, nel contempo, ammirare il nuovo volto del palazzo. “Finalmente siamo arrivati al termine di questo lunghissimo viaggio – commenta il Sindaco Abbate – che è stato il restauro e la riapertura di questo polo museale.

Sabato 5 giugno riapriremo una delle più importanti testimonianze in Sicilia del passato rurale della nostra civiltà. Una collezione che tutti ci invidiano e che dobbiamo principalmente all’opera di raccolta svolta negli anni dai componenti dell’Associazione Guastella. Ringrazio per questo la professoressa Grazia Dormiente che, in qualità di presidente dell’Associazione Serafino Amabile Guastella, ha donato la collezione al Comune di Modica. Il resto del Palazzo ospiterà altre collezioni permanenti e temporanee per fare di questa zona una delle più importanti, culturalmente parlando, di tutta la Regione”.

0

0

0

0

0

Museo arti modica
Sabato
5 giugno
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Il 5 giugno riapre Palazzo dei Mercedari a Modica
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Zona gialla in Sicilia: anche a Ragusa riaprono i musei
News Successiva
Genti di Sicilia al teatro Donnafugata di Ragusa Ibla