Salute e benessere

Alimentazione

Ribes nero per controllare la glicemia dopo i pasti

Lo studio condotto dall'Università della Finlandia orientale

0

0

0

0

0

Ribes nero per controllare la glicemia dopo i pasti Ribes nero per controllare la glicemia dopo i pasti

Il ribes nero è ottimo per migliorare la risposta glicemica dopo i pasti e il quantitativo che si deve assumere per ottenere tale beneficio è molto più piccola di quanto stimato in precedenza secondo uno studio condotto da ricercatori dell’Università della Finlandia orientale. Il ribes nero, come altri frutti di bosco, possono avere un effetto positivo sulla glicemia dopo i pasti, rendendo più graduale la risposta glicemica, una proprietà che li rende tra gli alimenti da inserire in una dieta sana, in grado di abbassare il rischio di diabete. Secondo un nuovo studio condotto dall’ Università della Finlandia orientale, il ribes nero abbassa la glicemia dopo i pasti. I ricercatori suggeriscono che le bacche ricche di antociani hanno un effetto benefico sulla glicemia postprandiale.

Ribes nero per controllare glicemia dopo i pasti: bastano 75 grammi di ribes nero
I ricercatori, nel corso degli esperimenti, si accorgevano che l’effetto benefico relativo alla risposta post pasto poteva essere ottenuto con 75 grammi di ribes nero, una porzione più piccola di quella calcolata da altri studi effettuati in passato. Secondo i ricercatori, l’effetto è dovuto ai composti polifenolici denominati antociani di cui lo stesso ribes nero è abbastanza ricco.
Che cos’è il ribes nero
Il ribes è una pianta delle grossulariaceae diffusa in Europa, in Nordamerica e in Asia. Dello stesso genere fanno parte tantissime specie e una delle più note è proprio la specie Ribes nigrum, il cui frutto è detto anche ribes nero a causa del suo colore nero (esiste anche il ribes bianco e il ribes rosso).

Zucchero consumato insieme al ribes nero
Il ribes nero viene di solito consumato con zucchero aggiuntivo in quanto abbastanza acido e proprio questa aggiunta di zucchero è una delle preoccupazioni maggiori chi di chi vuole consumare questa bacca. Tuttavia questo studio mostra che lo zucchero consumato insieme al ribes nero non faccia poi tanto male così come lo zucchero consumato normalmente. Il motivo sta nel fatto che gli stessi antociani attenuano la risposta del glucosio nel sangue agli zuccheri aggiunti. Ne consegue un rallentamento dell’assorbimento del glucosio da parte dell’intestino tenue. Da risultati del genere ne consegue che il ribes nero può essere usato durante o dopo i pasti da parte di quelle persone caratterizzate da una risposta sbilanciata a livello glicemico a seguito degli stessi pasti.

0

0

0

0

0

Ribes nero
Glicemia
Pasti
Studio
Commenti
Ribes nero per controllare la glicemia dopo i pasti
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Malattia di Crohn e alimentazione: cibi da evitare e sintomi
News Successiva
Vaccino Astrazeneca, un italiano su tre pronto a rifiutarlo