Sicilia

Covid, variante inglese e variante sudafricana in Sicilia

50 casi sospetti di variante inglese, 4 confermati e un caso di variante sudafricana

0

0

0

0

0

Covid, variante inglese e variante sudafricana in Sicilia Covid, variante inglese e variante sudafricana in Sicilia

Nonostante la presenza di alcini casi di variante Covid la Sicilia diventa zona gialla da lunedì 15 febbraio per un calo dei contagi Covid registrato negli ultimi giorni. In particolare sono 50 i casi sospetti della variante inglese in Sicilia e 4 i casi confermati. Oltre alla variante inglese potrebbe esserci anche un caso di variante sudafricana. Il caso sospetto riguarda un missionario siciliano, ricoverato a Partinico, che dopo il ritorno dalla Tanzania ha accusato i sintomi del Covid ed è stato ricoverato. La variante inglese, secondo gli esperti, gira da tempo. Ma mentre gli altri Paesi hanno subito iniziato il sequenziamento dei ceppi virali, in Italia siamo indietro. Bisogna mettere quanti più laboratori in grado di individuare varianti per avere una mappatura migliore e capire che impatto hanno sulla diffusione dell’epidemia in Sicilia.

Intanto ieri sera è arrivata l’ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci che annuncia il passaggio in zona gialla dell’isola a partire da lunedì 15 febbraio 2021.

0

0

0

0

0

Variante inglese sicilia
Variante sudafricana sicilia
Covid sicilia
Zona gialla
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Covid, variante inglese e variante sudafricana in Sicilia
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Sicilia zona gialla da lunedì, ordinanza Musumeci: cosa cambia
News Successiva
Sicilia in zona gialla dopo San Valentino: cosa si può fare