Economia

Prestiti a protestati, cosa c'è da sapere

La possibilità della cessione del quinto

0

0

0

0

0

Prestiti a protestati, cosa c'è da sapere Prestiti a protestati, cosa c'è da sapere

Di che cosa parliamo quando ci riferiamo ai prestiti a protestati? Quali sono le informazioni da conoscere per saperne di più su questo argomento? È possibile usufruire di un prestito personale per cattivi pagatori? Sicuramente si tratta di un aspetto da non trascurare, perché riguarda una procedura molto delicata. Nel momento in cui si è segnalati come protestati, sarà complicato ricevere un nuovo prestito da parte di un istituto di credito o di una società finanziaria. Infatti essere segnalati come cattivi pagatori significa essere considerati come a rischio, a causa di un passato creditizio che non è stato sempre positivo. Di conseguenza le banche o le finanziarie tendono a concedere con maggiore difficoltà un nuovo finanziamento a questi soggetti. Ma come fare, quindi, per ottenere un prestito in queste situazioni? Scopriamone di più su questo argomento.

Chi può essere considerato protestato
Un soggetto protestato è colui che è stato iscritto nell’apposito registro dei protesti, perché in un determinato momento non ha effettuato il pagamento di un debito. Possono essere differenti i casi in cui avviene questa procedura. Ad esempio l’atto di protesto può essere messo in atto nella situazione in cui viene emesso un assegno e non viene rispettata la scadenza per il pagamento. In questa situazione il creditore può effettuare proprio un atto di protesto, che ha un valore simile a quello di un decreto ingiuntivo e che viene registrato nell’apposito registro dei protesti. Si tratta di un registro pubblico, che può essere consultato da coloro che vogliono avere delle informazioni precise sull’affidabilità dal punto di vista creditizio di un soggetto o di un’azienda. Naturalmente questo registro è preso in considerazione anche dagli istituti di credito, che potrebbero decidere, in caso di iscrizione di un soggetto, di non concedere un nuovo prestito.

La possibilità della cessione del quinto
Come fare, quindi, per ottenere un prestito nel caso in cui si è stati iscritti nel registro pubblico in questione? Sicuramente una possibilità apprezzata da molti e richiesta negli ultimi tempi è quella rappresentata dalla cessione del quinto. Questa tipologia di finanziamento consente al creditore di usufruire di garanzie specifiche nel momento in cui mette a disposizione una somma di denaro ad un altro soggetto. Infatti si tratta di un finanziamento che prevede la possibilità di rimborsare il denaro con delle rate mensili che non devono superare il 20% dello stipendio o della pensione. Si tratta di una procedura che prevede una durata di ammortamento corrispondente al massimo a 60 o 120 mesi. Inoltre è possibile effettuare un rinnovo dopo il pagamento del 40% delle rate.

L’opportunità dei prestiti cambializzati
I prestiti cambializzati rappresentano un’altra possibilità interessante per permettere ad un soggetto protestato di ottenere un finanziamento da parte di una banca o di un ente finanziario. Le cambiali sono dei veri e propri titoli esecutivi, che vengono firmate dal debitore e restituite dal creditore quando viene effettuato il pagamento delle rate. Solitamente questa tipologia di prestito non è concessa in modo così semplice, visto che comunque vengono richieste delle specifiche garanzie che interessano la presenza ad esempio di una busta paga o di un reddito comunque dimostrabile. Possono comunque essere presenti delle altre garanzie alternative, che potrebbero riguardare ad esempio un’ipoteca su un immobile o un bene di valore. È una procedura che in genere gli istituti di credito mettono a disposizione, in modo che, in caso di insolvenza, si possa procedere al pignoramento del bene in questione.

I prestiti tra privati
Parlando di prestiti a protestati possiamo ricordare poi i finanziamenti tra privati, un’altra alternativa ad esempio alla formula della cessione del quinto. Si possono infatti portare avanti queste particolari tipologie di prestiti attraverso delle apposite piattaforme di social lending. Si tratta di siti internet che permettono di facilitare la possibilità di ottenere un prestito, utili ad esempio se non si hanno delle specifiche garanzie da mostrare. È il caso ad esempio degli studenti che vogliono ricevere un prestito senza la cessione del quinto. Naturalmente si tratta di piattaforme web regolamentate, sicure e molto utili per avere un prestito anche nel caso dei cattivi pagatori, ma, quando ci si avvicina ad un sistema di questo tipo è sempre importante leggere le condizioni che vengono specificate nell’apposito contratto che si deve sottoscrivere per partecipare ed utilizzare questi siti internet.

0

0

0

0

0

Prestiti
Protestato
Commenti
Prestiti a protestati, cosa c'è da sapere

Bettina

Ho bisogno di un prestito urgente

riccardo cresci

sono a pensionato inail e imps sono nei protesti x via di un incidente e non mi riesce avere

Pellegrino Maria

ma è cero?

Concetto Ruscica

Ma per avere un prestito di 5000 mila come devo fare

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ragusa: attività commerciali senza futuro
News Successiva
Inps: pagamenti bonus, cassa integrazione e Naspi