Attualità

Scicli, il caso vaccinopoli: interviene la Cgil

In difesa del medico Claudio Caruso

0

0

0

0

0

Scicli, il caso vaccinopoli: interviene la Cgil Scicli, il caso vaccinopoli: interviene la Cgil

Scicli, il caso vaccinonopoli: interviene la Cgil. Netta posizione in difesa del medico Claudio Caruso

Scicli - E’ una netta presa di posizione a difesa del medico Claudio Caruso, responsabile del centro vaccinazioni di Scicli, quella assunta dalla Cgil dipartimento sanità, per bocca del segretario  provinciale della Funzione pubblica Nunzio Fernandez e di quello della Sanità Duilio Assennato, a proposito del caso dei vaccini anticovid somministrati a persone non ricadenti nella prevista categoria del personale sanitario, caso che ha portato alla rimozione del medico da responsabile delle vaccinazioni, pur continuando a ricoprire la carica di capo del distretto sanitario Modica-Scicli. A detta di Fernandez e Assennato l’unica ‘colpa’ da addebitare a Caruso sarebbe quella di aver agito per utilizzare al meglio le dosi di vaccino già scongelate, mentre non si è assolutamente fatto cenno a quanti degli aventi diritto alla vaccinazione, pur prenotati per quel giorno, non si sono presentati provocando un surplus di dosi scongelate.

L’auspicio dei due sindacalisti è che il Direttore Generale Angelo Aliquò “ripensi a decisioni forse prese d’impeto e semmai indaghi, prima dei Nas, su chi, con comportamenti censurabili, ha messo in difficoltà l’Asp e l’onorabilità di un dirigente”. (da.di.)

0

0

0

0

0

Vaccini
Claudio caruso
Vaccinopoli
Cgil
Commenti
Scicli, il caso vaccinopoli: interviene la Cgil
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Covid 19 Ragusa, 763 positivi: dati Comune per Comune
News Successiva
Sindaco Scicli dopo Pomeriggio Cinque: vergognatevi, sono offeso