Rimedi naturali

Insonnia: consigli per tisane

Tisane con erbe per dormire

0

0

0

0

0

Insonnia: consigli per tisane Insonnia: consigli per tisane

L’insonnia cronica è un fastidioso disturbo legato a una condizione di insoddisfazione relativa alla quantità o alla qualità del sonno. Esistono alcuni rimedi naturali che aiutano a dormire e a ridurre i risvegli notturni. Ma prima di vedere quali sono vediamo cos’è l’insonnia e come si manifesta.  L’insonnia si manifesta con difficoltà nell’iniziare il sonno, difficoltà nel mantenere il sonno. L’insonnia è un disturbo soggettivo in quanto si riferisce al senso soggettivo di difficoltà ad addormentarsi, a mantenere il sonno, o di cattiva qualità del sonno. Come si manifesta l’insonnia, ecco alcuni esempi: difficoltà di addormentamento (insonnia iniziale/precoce); frequenti e prolungati risvegli notturni (insonnia di mantenimento); risveglio precoce al mattino (insonnia tardiva); Da una combinazione di queste difficoltà (insonnia mista o generalizzata).

Quando si soffre di insonnia si può ricorrere all’uso di tisane e rimedi naturali che possono ridurre i risvegli notturni, ecco alcuni consigli. In caso di insonnia non deve mai mancare una tisana, che ci riscalda il corpo, la mente e il cuore. E allora creiamo una miscela ad hoc che accompagni il nostro viaggio verso le braccia di Morfeo. Ecco alcune erbe che possono essere usate per preparare tisena contro l’insonnia cronica: Escolzia (sommità fiorite) 900 mg: possiede proprietà sedative ed ipnoinducenti. Ricca di flavonoidi, carotenoidi e alcaloidi, che agiscono sul sistema cardiocircolatorio, abbassando la pressione, sulla corteccia cerebrale apportando rilassamento del tono muscolare e inducendo al sonno. L’escolzia è indicata in caso di sbalzi d’umore, irritabilità, nervosismo, insonnia: camomilla (fiori) 600 mg: nota per le sue virtù rilassanti e sedative, possiede proprietà antispasmodiche e miorilassanti.

Calma crampi, facilita la digestione, contrasta l’ansia da stress e stati di nervosismo, insonnia; tiglio (fiori e bratte) 450 mg: un ansiolitico naturale da utilizzare in momenti particolarmente impegnativi da un punto di vista emotivo. Rilassa il sistema circolatorio, abbassa la pressione, allevia le tensioni, induce al sonno. È indicato per sedare lo stress, gastriti di natura psicosomatica, e l’insonnia. Per problematiche legate ad una cattiva qualità del sonno il suo gemmoderivato, la Tilia Tomentosa, è un rimedio molto potente; biancospino (foglie e fiori) 450 mg: è la pianta del cuore per eccellenza. Previene infatti malattie cardiovascolari, contrasta la formazione di colesterolo, e agisce come regolatore della pressione cardiaca. Grazie alla presenza di vitexina è un efficace rimedio sedativo in caso di ansia, stress e insonnia.

0

0

0

0

0

Insonnia
Dormire
Rimedi naturali
Tisane
Commenti
Insonnia: consigli per tisane
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Tisana sgonfiante con finocchio: benefici
News Successiva
Maschera di bellezza per viso all'uovo