Cultura

Ragusa Cultura tra una notizia cattiva e una notizia buona

Slitta edizione Li(b)eri a Ragusa

0

0

0

0

0

Ragusa Cultura tra una notizia cattiva e una notizia buona Ragusa Cultura tra una notizia cattiva e una notizia buona

Ragusa - La cattiva notizia è il rinvio delle settima edizione di Lib(e)ri a Ragusa, rassegna di editori ed autori iblei, prevista per il periodo 27-30 dicembre 2020, a causa delle misure restrittive governative anti Covid-19. L’organizzazione dell’edizione 2020 era già in stato avanzato, ed era prevista la presentazione di circa 25 volumi, inserita in un contesto più ampio di dibattiti, spettacoli, mostre e proiezioni cinematografiche. Naturalemte la speranza, anche in tempi di pandemia, è l’ultima a morire, per cui il comitato organizzatore continuerà a monitorare la situazione, in modo da essere pronto, non appena si ristabiliranno le normali condizioni di agibilità, ad attuare l’ampio programma della rassegna.”Lib(e)ri a Ragusa - ricorda il comitato organizzatore -  è divenuto nel tempo un appuntamento culturale molto atteso, e sarà fatto ogni sforzo perché possa tornare al più presto a rappresentare l’amore e la cura per i libri del nostro territorio”.

Per fortuna, ad equilibrare il piatto della bilancia, la compagnia teatrale Godot, diretta da Vittorio Bonaccorso e Federica Bisegna, presenta in questo scorcio di dicembre prenatalizio importanti novità, la principale delle quali è quella che, in un momento in cui i teatri sono chiusi, è già pronto un nuovo spazio teatrale. La Maison Godot aprirà  in un locale attiguo alla sede storica della compagnia teatrale in via Carducci, 273, a Ragusa, e,  non appena possibile, accoglierà i soci dell’associazione con un cartellone di appuntamenti riservati. Ma per conoscere la neonata Maison teatrale non sarà necessario attendere la fine del periodo pandemico, in quanto saranno proposti nelle festività due spettacoli registrati proprio nella nuova sede, che saranno trasmessi sui canali social del compagnia  “perché - affermano Bonaccorso e Bisegna -  se il teatro, inteso come luogo fisico, è chiuso, quello dell’anima, la fiamma che vibra, la passione che brama, resterà sempre aperto”.

Si inizia con il cavallo di battaglia degli attori ragusani, il recital a 7 voci tratto dal Canto di Natale di Dickens,  un appuntamento ormai fisso nel calendario natalizio degli spettacoli proposti in città che quest’anno per la sua settima replica andrà in scena online. Appuntamento dal 24 dicembre sera sulla pagina fb Godot, ma il video resterà fruibile per tutto gennaio. L’arrivo del nuovo anno sarà invece festeggiato con il divertente spettacolo “Capodanno alla Maison Godot”, con la musica dal vivo di Alessio Barone, disponibile sui social dal 31 dicembre e anche in questo caso per tutto il mese di gennaio.  Entrambi gli spettacoli sono diretti da Vittorio Bonaccorso. Ma la compagnia non se n’è stata con le mani in mano e anzi, si è data da fare anche a partire da un restyling della pagina fb che si sta riempiendo di nuovi contenuti tutti fruibili gratuitamente e di lavori fotografici grazie alla collaborazione di Marco Guastella, per mostrare vicinanza al suo pubblico e per cercare di guardare con speranza al futuro.

Per tornare ai due spettacoli di Natale Capodanno, la loro fruizione è a pagamento, con il costo del “biglietto virtuale” di 5 euro,  e sulla pagina fb della compagnia le istruzioni per procedere all’acquisto. (daniele distefano)

0

0

0

0

0

Ragusa cultura
Liberi ragusa
Covid ragusa
Compagnia godot ragusa
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Ragusa Cultura tra una notizia cattiva e una notizia buona
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Modica, letteratura turca Papirus traduce un saggio di Domenico Pisana
News Successiva
Le tracce del primo Cristianesimo a Modica su Facebook e Instagram