Curiosità

Curiosità

Black Friday 2020 o venerdì nero: perchè si chiama così?

Negli usa il black friday da inizio agli acquisti di Natale

0

0

0

0

0

Black Friday 2020 o venerdì nero: perchè si chiama così? Black Friday 2020 o venerdì nero: perchè si chiama così?

Ancora ventiquattro ore e sarà Black Friday 2020, il 'venerdì nero' dello shopping con i suoi sconti e promozioni che permetteranno agli acquirenti di realizzare qualche sogno, o togliersi qualche sfizio in più, a basso o bassissimo costo. Ma cos'è esattamente il Black Friday e perché si chiama così? Ecco qualche curiosità. Il 'venerdì nero', negli Usa, sancisce il giorno d'avvio ufficiale dello shopping natalizio e la data cade esattamente all'indomani del giorno del Ringraziamento, ricorrenza che si festeggia il quarto giovedì di novembre. Sebbene la tradizione degli sconti speciali si sia consolidata solo fra gli anni Cinquanta e Sessanta, l'origine e primo esperimento in tal senso si deve alla catena di negozi Macy's che nel 1924, e proprio il giorno successivo al Thanksgiving, organizzò una parata per festeggiare l'inizio degli acquisti per il Natale.Ma perché proprio 'nero'?

Due le ipotesi più accreditate finora. Da una parte la definizione deriverebbe dal congestionamento delle strade trafficate e paralizzate per la frenesia degli acquisti, dall'altra l'origine del nome si fa risalire alla modalità in cui i negozianti di un tempo usavano dividere per colore entrare e uscite dell'attività: rosso per i conti in perdita e nero per quelli in attivo.

0

0

0

0

0

Black friday
Venerdi nero
Perche si chiama cosi
Usa
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Black Friday 2020 o venerdì nero: perchè si chiama così?
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Icon nuovo formato in alluminio per Lete e Sorgesana
News Successiva
Cat-calling, Zurich per una legge a difesa delle donne