Salute e benessere

Diabete di tipo 2, nuova terapia per eliminare insulina

Uno studio sperimentale

0

0

0

0

2

Diabete di tipo 2, nuova terapia per eliminare insulina Diabete di tipo 2, nuova terapia per eliminare insulina

Gli scienziati hanno proposto una nuova terapia per il diabete di tipo 2. Se dimostrata efficace, la terapia potrebbe aiutare alcune persone a interrompere il trattamento con insulina.

Una nuova terapia per il trattamento del diabete di Tipo 2. E’ quanto si evince da uno studio che mostra importanti risultati che potrebbe far interrompere il trattamento con insulina in alcune persone. Gli autori della ricerca hanno presentato i loro risultati alla UEG Week Virtual 2020, una conferenza organizzata da United European Gastroenterology, un'organizzazione professionale senza scopo di lucro per specialisti in salute dell'apparato digerente. Secondo il National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases, una persona può avere il diabete di tipo 2 quando la glicemia è troppo alta. Le persone aumentano lo zucchero nel sangue, o glucosio nel sangue, principalmente dal cibo che mangiano.

L'insulina aiuta le cellule ad accedere a questo glucosio da utilizzare come energia. Tuttavia, per una persona con diabete di tipo 2, il suo corpo non produce abbastanza insulina o le sue cellule non rispondono correttamente all'insulina. Questo significa quindi che il glucosio nel sangue aumenta, il che può portare a complicazioni del diabete, come malattie cardiache e renali, disturbi della vista e perdita di sensibilità agli arti. Maggiore è la glicemia nel tempo, maggiore è il rischio di queste complicanze.  Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa 1 adulto su 10 negli Stati Uniti ha il diabete e il 90-95% di questi individui ha il diabete di tipo 2. I medici in genere raccomandano cambiamenti nello stile di vita, come essere più attivi fisicamente e seguire una dieta più salutare, per trattare il diabete di tipo 2, nonché farmaci per gestire la pressione sanguigna e i livelli di glucosio nel sangue di una persona.

Il trattamento con insulina può essere necessario se una persona non è in grado di mantenere la glicemia a livelli normali. Questo trattamento può assumere la forma di iniezioni, penne, pompe o inalatori. Incoraggia le cellule del corpo di una persona ad assorbire più zucchero nel sangue. Tuttavia, la percezione delle persone degli effetti collaterali del trattamento con insulina può essere piuttosto pronunciata. Di conseguenza, i medici potrebbero essere meno propensi a prescrivere l'insulina e, quando lo fanno, le persone potrebbero non prenderla regolarmente. Di conseguenza, le terapie che possono evitare questi effetti collaterali percepiti possono essere utili per garantire che le persone stiano al passo con il trattamento prescritto ed evitino di rischiare gravi problemi di salute. I ricercatori con il nuovo studio hanno utilizzato una nuova tecnica che gli scienziati hanno riferito di utilizzare per la prima volta negli esseri umani nel 2016. Sulla base di questi risultati preliminari, sembrava promettente. La tecnica si chiama duodenal mucosal resurfacing (DMR).

Il duodeno è la prima parte dell'intestino tenue di una persona. La DMR comporta il sollevamento dello strato mucoso del duodenale per consentire l'ablazione dell'area rivelata utilizzando acqua riscaldata, un processo che rimuove le cellule nell'area mirata. I ricercatori che hanno sviluppato la tecnica DMR stavano cercando di replicare l'impatto positivo che la chirurgia bariatrica (bypass gastrico) ha sui livelli di zucchero nel sangue con una tecnica meno invasiva. Studi su come la chirurgia bariatrica migliora il controllo della glicemia hanno concluso che c'è un effetto diretto dal duodeno oltre alla perdita di peso che risulta dalla chirurgia bariatrica. La DMR può avvenire in ambito ambulatoriale ed è minimamente invasiva. Si tratta di un catetere endoscopio per accedere al duodenale. L'effetto diretto dell'intestino tenue sul controllo del glucosio sembra derivare dalla presenza di cellule T dei linfociti intraepiteliali.

Questi sono annidati tra le cellule intestinali coinvolte nell'assorbimento dei nutrienti dal cibo. I topi senza queste cellule sono protetti dall'obesità e dalle malattie cardiache, anche quando seguono una dieta ricca di grassi. Questi linfociti intraepiteliali riducono la quantità di un ormone intestinale chiamato GLP-1. Pertanto, nello studio attuale, i ricercatori hanno aggiunto dosi regolari di un agonista del GLP-1 chiamato liraglutide il giorno 14. Lo hanno fatto per contrastare la ridotta quantità di questo essenziale ormone magro e antidiabetico. I partecipanti allo studio hanno anche ricevuto consulenza sullo stile di vita per ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Lo studio ha coinvolto 16 partecipanti con diabete di tipo 2 in trattamento con insulina. Dei partecipanti che hanno ricevuto la terapia DMR con liraglutide, 12 (75%) sono stati in grado di interrompere l'uso di insulina e mantenere il controllo della glicemia dopo 6 mesi. I partecipanti allo studio hanno anche visto una serie di benefici per il loro metabolismo. Le letture di HbA1c dei partecipanti, che determinano il controllo del glucosio di una persona, erano tutte ridotte al di sotto del 7,5%.

Dopo 12 mesi, è sceso ulteriormente al 6,7%. Coloro che hanno risposto al trattamento hanno visto una riduzione del proprio indice di massa corporea da una media di 29,8 chilogrammi per metro quadrato (kg / m2) prima dell'inizio dello studio a 25,5 kg / m2 12 mesi dopo lo studio. Il grasso nel fegato dei partecipanti si è ridotto dall'8,1% al 4,6% dopo 6 mesi. Anche per i partecipanti che avevano ancora bisogno di insulina, la quantità richiesta si è ridotta da una media di 35 unità al giorno a 17 unità al giorno dopo 12 mesi. Secondo la dott.ssa Suzanne Meiring, ricercatrice presso il Centro medico dell'Università di Amsterdam, Paesi Bassi, e co-responsabile dello studio, "Una singola ablazione DMR endoscopica con farmaci GLP-1 e consulenza sullo stile di vita può portare all'interruzione della terapia insulinica in un sottogruppo di pazienti con diabete di tipo 2, migliorando al contempo il controllo della glicemia e la salute metabolica generale".

"Molti pazienti con diabete di tipo 2 sono molto felici di poter interrompere la terapia insulinica, poiché la terapia insulinica comporta aumento di peso ed eventi ipoglicemici". Naturalmente al momento si tratta di uno studio e non sono ancora disponibili dettagli su eventuali effetti collaterali dei due trattamenti (DMR e GLP-1 agonista). Sebbene promettenti, sono necessarie prove più ampie per confermare i risultati.

0

0

0

0

2

Diabete
Diabete di tipo 2
Insulina diabete
Nuovo trattamento diabete
Terapia diabete
Salute
Studio
Commenti
Diabete di tipo 2, nuova terapia per eliminare insulina
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Coronavirus, Ricciardi: Servono chiusure mirate, no lockdown generalizzati
News Successiva
Perdita di peso: come tornare in forma con la dieta Keto: menù