Politica

Lavori rotatoria Dente Crocicchia: è vero che l'impresa ha rescisso il contratto?

Lo chiede il consigliere comunale del Pd Giovanni Spadaro

0

0

0

0

0

Lavori rotatoria Dente Crocicchia: è vero che l'impresa ha rescisso il contratto? Lavori rotatoria Dente Crocicchia: è vero che l'impresa ha rescisso il contratto?

Modica - “Da diverse settimane risultano fermi i lavori della rotatoria di Dente Crocicchia a Modica e da voci di corridoio apprendiamo che l’impresa abbia rescisso il contratto”. A chiederlo con un’interrogazione all’assessore ai lavori pubblici e al presidente del Consiglio comunale è il consigliere comunale del Pd, Giovanni Spadaro. “Il risultato per i cittadini - scrive il consigliere Giovanni Spadaro -  è vedere un’opera ancora incompleta nella segnaletica orizzontale, nella manutenzione del viadotto e nella sistemazione della curva pericolosa andando dal cavalcavia in direzione Dente con i connessi pericoli nella circolazione degli autoveicoli. 

A questo si aggiunga lo stato di abbandono delle ampie aree spartitraffico che conferiscono alla rotatoria l’idea dell’ennesima cattedrale incompiuta. Si chiede quindi all’amministrazione di conoscere e far conoscere ai cittadini quali sono i motivi della rescissione del contratto da parte dell’impresa e come si intende provvedere per garantire la ripresa dei lavori e i tempi previsti di consegna finale dell’opera. Si chiede - conclude il consigliere Spadaro - che alla presente interrogazione sia data risposta scritta”.

0

0

0

0

0

Lavori
Rotatoria
Dente crocicchia
Rescisso
Contratto
Giovanni spadaro
Commenti
Lavori rotatoria Dente Crocicchia: è vero che l'impresa ha rescisso il contratto?
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Pozzallo, contrada Bellamagna Zimmardo diventi sito di interesse pubblico
News Successiva
Autostrada Siracusa Gela: basta altri rinvii