Salute e benessere

Medicina

Gli occhi ci aiutano a capire le emozioni? Ecco la risposta

maschere per il viso: perchè i tuoi occhi potrebbero dire più di quanto pensi

0

0

0

0

0

Gli occhi ci aiutano a capire le emozioni? Ecco la risposta Gli occhi ci aiutano a capire le emozioni? Ecco la risposta

Con ogni probabilità quando esci di casa oggi, ti ritrovi ad indossare una maschera di protezione contro il coronavirus che ti copre naso e bocca. Tale coperture può influenzare la nostra capacità di comunicare e fornisce una sfida particolare a coloro che hanno bisogno di vedere le labbra per capire ciò che stiamo dicendo. Ma che dire degli occhi che rimangono scoperti? Shakespeare affermò che gli occhi sono lo specchio dell'anima. È per questo motivo che i giocatori di poker a volte indossano occhiali scuri. Per paura di dare via un "tell", un piccolo segnale quasi impercettibile agli altri giocatori che stanno tenendo una buona mano, o stanno bluffando.

Questa potrebbe essere saggezza comune, ma c'è anche qualche evidenza scientifica a supporto. Alcuni recenti studi hanno scoperto che è possibile interpretare le emozioni delle persone analizzando i loro occhi. Nel 2017 , i ricercatori della Cornell University hanno mostrato ai volontari immagini di occhi che esprimevano emozioni diverse: tristezza, disgusto, rabbia, gioia, sorpresa o paura. I partecipanti sono stati in grado di valutare costantemente le diverse parole che descrivono gli stati mentali con la sola "espressione dell'occhio". I ricercatori hanno concluso che gli occhi forniscono una visione interpersonale essenziale e che i diversi aspetti degli occhi forniscono informazioni sui diversi stati mentali di ognuno di noi. Sappiamo che gli esseri umani sono sensibili a piccoli cambiamenti nella direzione dello sguardo.

Infatti quando si cerca di giudicare in quale direzione qualcuno sta guardando si attiva in modo significativo la amigdala. Che cos'è l'amigdala, o corpo amigdaloideo. E' un complesso nucleare situato nella parte dorsomediale del lobo temporale del cervello che gestisce le emozioni e in particolar modo la paura. A livello anatomico viene definita anche come un gruppo di strutture interconnesse, di sostanza grigia facente parte del sistema limbico, posto sopra il tronco cerebrale, nella regione rostromediale del lobo temporale, al di sotto del giro uncinato (uncus) e anteriormente alla formazione dell'ippocampo. Questo mostra che esiste un legame tra emozione e occhi a livello neurologico. Sappiamo che l'amigdala è rilevante in tutte le cose che hanno a che fare con l'emozione, ed è meglio conosciuta per il suo ruolo nella paura e la sua mediazione della risposta "combatti o fuggi". Ulteriori ricerche hanno dimostrato che l'amigdala è attiva anche quando monitoriamo la scena per eventi in cui una persona può guardare nella nostra direzione o cambiare la direzione dello sguardo.

Ciò potrebbe indicare l'importanza degli occhi nel trovare un compagno, nell'esprimere interesse per gli altri o forse al contrario nell'identificare le minacce degli altri. In breve, siamo cablati per estrarre informazioni dagli occhi - informazioni che possono aiutarci a valutare le emozioni di coloro che ci circondano e quindi permetterci di interagire in modo più efficace con loro. Ci sono ulteriori prove dell'importanza degli occhi dalla neurochimica. Sappiamo che l'ossitocina, un ormone prodotto naturalmente, è importante nelle interazioni sociali e che può essere importante nel modo in cui percepiamo i volti di chi ci circonda. I ricercatori hanno scoperto che, quando vengono mostrate immagini di volti, le persone a cui viene somministrata ossitocina trascorrono più tempo a guardare gli occhi rispetto a quelle a cui è stato somministrato un placebo. Poiché l'ossitocina è un fattore nelle interazioni sociali, questa scoperta suggerisce che gli occhi sono molto importanti nel modo in cui comprendiamo il nostro impegno e l'interazione con coloro che ci circondano.

Quelli con livelli elevati di ossitocina sembrano cercare gli occhi per aiutarli a interagire meglio socialmente con gli altri. Per gli amanti dei cani, ci sono anche alcune ricerche che suggeriscono che quando i cani e i loro proprietari si guardano negli occhi, i livelli di ossitocina aumentano sia negli esseri umani che negli animali domestici , suggerendo un aumento del legame sociale. 
Le Fonti di riferimento:
1. Ekman P (2001) Raccontare bugie. Indizi per ingannare nel mercato, nella politica e nel matrimonio. New York: WW Norton & Company.
2. Vrij A (2008) Rilevare bugie e inganni: insidie ​​e opportunità. Chichester: Wiley.
3. Bandler R, Grindler J (1975) La struttura della magia I. Palo Alto, CA: Science and Behaviour Books.
4. Heap M (2008) La validità di alcune prime affermazioni di programmazione neuro-linguistica. Skeptical Intelligencer 11: 6–13. Visualizza l'articoloGoogle Scholar
5. Oxytocin-gaze positive loop and the coevolution of human-dog bonds https://europepmc.org/article/med/25883356
6.https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0006322307006178#:%7E:text=Conclusions,social%20approach%20behavior%20in%20humans

0

0

0

0

0

Occhi
Maschere per viso
Comunicazione
Commenti
Gli occhi ci aiutano a capire le emozioni? Ecco la risposta
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Baciarsi fa dimagrire? Se è alla francese si bruciano più calorie
News Successiva
Soffri di diabete? Attenzione a questi alimenti