Attualità

19 migranti positivi al Covid 19 nella struttura Don Pietro tra Ragusa e Comiso

La nota congiunta del sindaco di Comiso e di Ragusa

0

0

0

0

0

19 migranti positivi al Covid 19 nella struttura Don Pietro tra Ragusa e Comiso 19 migranti positivi al Covid 19 nella struttura Don Pietro tra Ragusa e Comiso

Sindaci di Comiso e Ragusa: 19 migranti positivi al Covid 19, occorre fare chiarezza. Ecco la nota congiunta dei due primi cittadini

Comiso - “Relativamente agli immigrati che si trovano attualmente presso la struttura Don Pietro, in territorio di Ragusa ma molto vicino a Comiso, è necessario fare chiarezza". A parlare è il sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari. " Io ed il Sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, dopo avere ascoltato il Questore e S.E il Prefetto della provincia di Ragusa, - dice il sindaco di Comiso - precisiamo che i 19 immigrati risultati positivi al COVID sono tutti di origine Pakistana e che sono assolutamente isolati in un ambiente della struttura ad essi destinato appositamente. Tutti gli altri provenienti dal medesimo Stato e con il medesimo mezzo di trasporto, sono in quarantena in attesa degli esiti dei tamponi.

Queste, naturalmente, sono le prescrizioni messe in campo dalle autorità sanitarie e che si attivano in attesa che tutti vengano trasportati, si presume in breve tempo, al Celio di Roma. Voglio tranquillizzare la comunità Comisana per la brevità della distanza con la struttura Don Pietro, sul fatto che è tutto ben presidiato, che non ci saranno fuoriuscite di persone né, tantomeno, di quelle in isolamento”.

0

0

0

0

0

Sindaco
Positivi
Covid
Migranti
Commenti
19 migranti positivi al Covid 19 nella struttura Don Pietro tra Ragusa e Comiso
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Pozzallo, altri 14 migranti positivi al Covid 19
News Successiva
Prostituta peruviana positiva al Covid 19, partita da Modica e ricoverata in Umbria