Salute e benessere

Salute

Dieta vegana per dimagrire: ecco le 10 regole del vegcoach

Cosa tenere in dispensa e cosa tenere in frigo

0

0

0

0

0

Dieta vegana per dimagrire: ecco le 10 regole del vegcoach Dieta vegana per dimagrire: ecco le 10 regole del vegcoach

Roma – La dieta vegana per dimagrire si basa su 10 regole fondamentali. Ad elencarle in un decalogo è la biologa nutrizionista e vegcoach, Roberta Bartocci. Vediamo allora quali sono le 10 regole da seguire nella dieta vegana. Prima regola:  organizzarsi. Alla base della dieta vegana vanno messe, spiega l'esperta, "tante verdure e ortaggi di buona qualità: sono la categoria di alimenti con il più alto rapporto di vitamine e minerali rispetto alle calorie fornite". Da tenere sempre in dispensa: cereali integrali o decorticati vari (limitare il grano duro e tenero e spaziare anche in quelli che si conoscono meno, soprattutto grano saraceno, quinoa e amaranto per la qualità delle loro proteine); legumi secchi; legumi in barattolo per l'emergenza; semi oleosi (mandorle e sesamo tritato hanno un buon apporto di calcio, noci di acidi grassi, pinoli e semi di canapa di proteine, semi di zucca, nocciole e pistacchi per il ferro); frutta disidratata (per uno snack veloce o per preparare dolci fatti in casa senza zuccheri aggiunti); pane integrale.

Da tenere sempre in frigorifero: frutta e soprattutto verdura di stagione miste; olio di semi di lino o da alga; proteine vegetali concentrate (derivati della soia o del grano, facoltative e da consumare occasionalmente in caso di emergenza). Seconda regola: se si inizia da zero partire dai piatti naturalmente vegani della propria tradizione gastronomica di famiglia e poi acquistare un libro di ricette vegane per tutti i giorni. Terza regola: trovare il giusto tempo da dedicare a fare la spesa e a preparare i piatti. "Un'alimentazione corretta e nutriente richiede attenzione - sottolinea Roberta Bartocci - è impensabile affidarsi a ciò che si trova fuori casa se si vuole avere energia, lucidità mentale e salute". Quarta regola: curare la qualità.

"Non basta dire verdura, c'è differenza tra una lattuga alta 50 cm morbida e bianca e una di 25 cm verde scura: più rustico è l'alimento, meglio è. Alimenti freschi, coltivati con metodi naturali, correttamente conservati e preparati sono il segreto per mantenere integri i nutrienti in essi contenuti", spiega la nutrizionista. Quinta regola: mangiare cibi il meno trasformati possibile: integrali invece che raffinati, freschi invece che conservati, crudi invece che cotti ogni volta che è possibile. Sesta regola: integrare con superfoods. "Succhi di verdura e ortaggi estratti freschi con estrattore, condimenti complementari come alghe, lievito in scaglie e germe di grano - spiega - compensano una qualità alimentare non eccezionale se, per esempio, capita spesso di mangiare fuori casa".

Settima regola: sperimentare di tanto in tanto un giorno di soli cibi crudi: frutta a colazione e negli spuntini, insalatone miste con semi oleosi nei pasti principali, aggiungendo olive, cocco e avocado se si ha necessità di prendere peso. Ottava regola: legumi in poche quantità ma spesso, almeno 3 volte a settimana. Così si 'allena' l'intestino a digerirli senza problemi se non si è abituati. Nona regola: curare il proprio contesto sociale. "Se le persone giudicano e non rispettano il cambio di alimentazione, soprattutto se fatto per motivi etici, - suggerisce l'esperta - è il momento di riconsiderare certe amicizie". Decima regola: se si è fatta una scelta di salute, approfondire anche gli aspetti etici dello stile alimentare vegan. Questo, sottolinea Bartocci, "è ciò che fa la differenza tra le tante diete di moda e uno stile alimentare, quello vegetale, in grado di connettere con valori profondi di non violenza e rispetto".

0

0

0

0

0

Dieta
Vegana
Vegcoach
Regole
Dimagrire
Commenti
Dieta vegana per dimagrire: ecco le 10 regole del vegcoach
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Coronavirus: Iss, a Milano e Torino circolava già a dicembre
News Successiva
Dieta veloce del riso e del tonno: ecco come dimagrire in modo veloce