Cronaca

Omicidio di Peppe Lucifora a Modica: Quarto Grado entra a casa del cuoco

Immagini inedite

0

1

0

0

0

Omicidio di Peppe Lucifora a Modica: Quarto Grado entra a casa del cuoco Omicidio di Peppe Lucifora a Modica: Quarto Grado entra a casa del cuoco

Modica – L’omicidio di Peppe Lucifora, il cuoco modicano di 57 anni ucciso lo scorso 10 novembre 2019 nella sua casa al Largo XI Febbraio al quartiere Dente di Modica, ieri sera è stato trattato a Quarto Grado, la nota trasmissione televisiva in onda su Rete 4 condotta da Gianluigi Nuzzi. Durante il servizio sono state fatte vedere delle immagini inedite di come è stata trovata l’abitazione dagli inquirenti quando è stato rivenuto il corpo di Peppe, riverso a terra senza vita nel pavimento di una stanza della sua abitazione chiusa a chiave. Sono state mostrate le immagini di una piccola stanza dove c’erano anche alcuni indumenti intimi femminili, reggiseni e mutande da donna, probabilmente indossati da Peppe e dell’uomo che amava durante alcuni incontri intimi.

Inoltre è stato mostrato anche il lavabo dove sono state trovate dai Ris di Messina tracce di sperma e sangue compatibili con l'Ignoto 1, Davide Corallo, l'appuntato dei carabinieri 39enne accusato dell'omicidio. La prova che secondo gli inquirenti ha incastrato il militare. Durante le indagini hanno eseguito dei test dove è stato evidenziato che le tracce potevano essere cancellate dal lavabo semplicemente facendo scorrere dell’acqua per circa 60 minuti. Questo in pratica ha mostrato che il carabiniere ha mentito dicendo di aver visto Peppe l’ultima volta circa venti giorni prima dell’omicidio. Inoltre durante la trasmissione è stato evidenziato anche il ritrovamento di alcune analisi cliniche del militare ritrovate dagli inquirenti nell’armadietto di Peppe all’ospedale Maggiore dove il cuoco lavorava.

Infine le parole di padre Giovanni Stracquadanio, parroco della chiesa di San Giorgio, in collegamento da Modica che ha ribadito quanto ha già detto sin da subito dopo l’omicidio ovvero che Peppe nelle ultime settimane era strano e sembrava preoccupato per qualcosa. Padre Stracquadanio ha anche parlato di un testamento che non si trova più e del forte dubbio sul movente passionale seguito dagli inquirenti come causa dell’omicidio. Secondo padre Stracquadanio la pista da seguire potrebbe essere legata anche a soldi.

0

1

0

0

0

Omicidio
Peppe lucifora
Quarto grado
Carabiniere
Davide corallo
Casa
Foto
Commenti
Omicidio di Peppe Lucifora a Modica: Quarto Grado entra a casa del cuoco
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Tragedia a Modica, anziano si lancia dal balcone e muore
News Successiva
Incendio alla Carnazza Autotrasporti a Ragusa FOTO