Dal mondo

Coronavirus, 25 nuovi casi a Pechino

Resta alta l'allerta per il nuovo focolaio

0

0

0

0

0

Coronavirus, 25 nuovi casi a Pechino Coronavirus, 25 nuovi casi a Pechino

Pechino, 19 giu. - La Cina conferma 25 nuovi casi di trasmissione locale di coronavirus a Pechino, dove resta alta l'allerta per il nuovo focolaio, e altri sette in tutto il gigante asiatico. Oltre ai nuovi contagi accertati nella capitale, due casi di trasmissione locale vengono segnalati nella provincia di Hebei e un altro in quella di Liaoning, entrambe nel nordest della Repubblica Popolare. Gli altri quattro casi di cui ha dato notizia stamani la Commissione sanitaria nazionale sono invece 'importati': tre si registrano nella provincia di Guangdong e una in quella di Gansu.

Sono 183 i casi di trasmissione locale di coronavirus accertati a Pechino tra l'11 e il 18 giugno, sottolinea il Quotidiano del popolo. Fra i nuovi casi registrati a Pechino vi è anche quello di una infermiera dell'Ospedale universitario internazionale della città. La donna, risultata positiva al tampone, era stata in contatto, domenica, con un paziente proveniente dal quartiere di di Haidian. L'ospedale è stato sigillato dalle autorità. Risultati positivi al tampone anche otto dipendenti del ristorante "mianmian judao" che si trova vicino al mercato di Xinfadi. Due di loro andavano regolarmente a fare la spesa al mercato.

Fra i 183 nuovi casi confermati a Pechino dall'11 di questo mese, due pazienti sono in condizioni critiche e 11 sono gravi. La Commissione sanitaria di Pechino ha anche confermato altri due casi relativi a soggetti asintomatici. La Cina, primo Paese al mondo a fare i conti con il coronavirus, ha sinora segnalato 83.325 casi con 4.634 e 78.398 guarigioni. I dati ufficiali parlano di un totale di 1.864 casi 'importati' con 91 persone tuttora ricoverate in ospedale.

0

0

0

0

0

Coronavirus
Focolaio
Allerta
Cina
Commenti
Coronavirus, 25 nuovi casi a Pechino
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Nuova Zelanda, ucciso un agente: prima volta in 11 anni
News Successiva
Coronavirus, in Russia altri 161 morti