Politica

Ispica, pianificazione urbanistica da concertare con la città

La nota di diversi consiglieri che promuovo un incontro

0

0

0

0

0

Ispica, pianificazione urbanistica da concertare con la città Ispica, pianificazione urbanistica da concertare con la città

Ispica - I consiglieri comunali Arena, Barone, Corallo, Denaro, Isaurico, Leontini, Pluchinotta, Quarrella, Sessa, hanno promosso un incontro con numerosi tecnici ispicesi per approfondire i contenuti del regolamento sul trasferimento delle cubature urbanistiche portato in Consiglio dall’Amministrazione Comunale. Tutti i tecnici intervenuti hanno sottoposto il regolamento a numerosi rilievi e censure, definendolo una “variante mascherata del Piano Regolatore Generale”. Il trasferimento di cubatura tra zone omogenee e non così come concepito non è regolare nei termini previsti dalla proposta dell’Amministrazione. Non ci sono né richieste dei cittadini né esigenze professionali tali da giustificare l’iniziativa del Sindaco e della sua Giunta.

I Consiglieri comunali sopra citati ritengono che una nuova pianificazione urbanistica si debba fare attraverso una concertazione con tutta la città, nell’ambito della Revisione del PRG, che peraltro l’Amministrazione ha revocato, lasciandola colpevolmente nel cassetto per cinque anni. Bisogna correre ai ripari. Ispica attualmente è ritornata ad applicare un PRG obsoleto, scaduto e superato per molti aspetti, dati i suoi 41 anni. In assenza di regole generali, spuntano le richieste particolari e interessate, a soddisfare le quali non si può intervenire in campagna elettorale, con misure che servono a favorire qualcuno e a stravolgere l’equilibrio di una regolamentazione urbanistica complessiva.

0

0

0

0

0

Consiglieri ispica
Piano regolatore generale
Leontini sindaco
Commenti
Ispica, pianificazione urbanistica da concertare con la città
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Aperture domenicali a Ragusa: un caos di ordinanze e deroghe
News Successiva
A Ragusa potrebbe tornare l'Università?