Cultura

La Provincia di Ragusa torna dopo 7 anni

Riprende la pubblicazione del periodico ibleo

0

0

0

0

0

La Provincia di Ragusa torna dopo 7 anni La Provincia di Ragusa torna dopo 7 anni

Ragusa - Dopo 7 anni di assenza riprende le pubblicazioni il periodico ‘La Provincia di Ragusa’. L’house organ dell’Ente torna ad essere stampato in formato cartaceo (ma è disponibile anche on line sul sito istituzionale www.provincia.ragusa.it) per aggiornare i cittadini iblei dell’attività amministrativa del Libero Consorzio Comunale di Ragusa ma anche per ‘fotografare’ la realtà produttiva e culturale. Il periodico si apre con un ampio reportage sulla stazione passeggeri di Pozzallo inaugurata lo scorso 7 febbraio dal presidente della Regione siciliana Nello Musumeci ma che rappresenta un’autentica porta del Mediterraneo.

Nel numero in uscita anche un’intervista al Commissario straordinario Salvatore Piazza che fa il punto sulla situazione amministrativa dell’ente e sui progetti in itinere e un’intervista al vice ministro alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri sulla Ragusa-Catania. Spazio poi nella sezione cultura a Gesualdo Bufalino di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita e alla mostra a Noto promossa da Vittorio Sgarbi sul Novecento italiano dove espongono molti pittori del gruppo di Scicli. E spazio pure alla scienza con un focus sul coronavirus con servizi sulla virologa Concetta Castilletti che ha isolato il virus allo Spallanzani di Roma e sullo scienziato di Vittoria Andrea Carfì che sta lavorando al vaccino contro il Covid 19.

Il periodico ‘La Provincia di Ragusa’ è in distribuzione presso l’Urp del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, in viale del Fante.

0

0

0

0

0

Provincia ragusa
Torna periodico la provincia di ragusa
Dopo sette anni provincia ragusa
Libero consorzio comunale ragusa
Ultime notizie ragusa
Commenti
La Provincia di Ragusa torna dopo 7 anni
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Volevo chiamarmi Totò, il racconto di Domenico Occhipinti
News Successiva
Centro di Aggregazione Culturale di Ragusa inaugura il quinto anno