Tecnologie

Coronavirus, ecco l'app per andare al mare

I sindaci e i gestori degli stabilimenti balneari provano a organizzarsi

0

0

0

0

0

Coronavirus, ecco l'app per andare al mare Coronavirus, ecco l'app per andare al mare

Roma - Un'app per andare al mare. In attesa di ricevere indicazioni dal governo, i sindaci e i gestori degli stabilimenti balneari provano a organizzarsi, studiando soluzioni inedite per consentire la balneazione, evitando assembramenti e favorendo il distanziamento sociale. Tra le soluzioni, si candida Skiply, un'app che permetterà ai bagnanti, da casa, di scegliere lo stabilimento o il parco acquatico preferito, prenotando online lettini, sdraio, ombrelloni e, perchè no, un caffè o un aperitivo.

Sia, per i balneari, un ambiente gestionale con tutti gli strumenti per eliminare le code in fila all'ingresso, alla cassa, al bar o al ristorante, digitalizzare una serie di processi aziendali, compiere azioni di marketing. Creata da Francesco Califano (head of Business development manager) di Giddy Up e da Vincenzo Striano (head of Technical development), Ceo di Shift-left, Skiply è stata scelta in esclusiva dalla CNA Balneari Campania Nord e verrà adottata da tutti gli stabilimenti associati. "La piattaforma – afferma Vincenzo Santo della CNA Balneari – ci permetterà di osservare le restrizioni e le regole che l'emergenza sanitaria impone, ma anche di capire meglio i nostri ospiti e di offrire loro nuovi servizi".

Skiply si propone di aiutare anche i sindaci a gestire le spiagge libere e le piscine comunali. Il sistema consente, da un lato, di organizzare la balneazione regolando gli ingressi e filtrandoli per residenza, fasce orarie, età e, dall'altro, di permettere ai cittadini di evitare le file ai varchi, vigilati dalla polizia municipale, dalla protezione civile o da associazioni di volontariato. Sapere, con certezza, quante persone sono presenti, ogni giorno, in uno spazio pubblico permetterà di alleggerire il traffico, rendere più agile parcheggiare, organizzare l'area con tutte le precauzioni, agevolare i controlli.

"La forza di Skiply – dichiarano Califano e Striano – è l'estrema versatilità. Può adattarsi a ogni esigenza, fino a sembrare una App nativa, perchè alla solidità tecnica unisce la capacità di imparare dall'esperienza dell'utente. Fornisce dati e report che permetteranno a sindaci e gestori, nel rispetto della privacy, di valutare la qualità dei servizi, le reazioni e la soddisfazione di chi ne usufruisce e i punti dove intervenire, in un processo di miglioramento continuo". L'App è compatibile con i sistemi operativi Google Android ed Apple iOS. Ha un'interfaccia molto semplice e intuitiva e un design che si adatta a tutti i dispositivi (smartphone, tablet e pc).

Effettuato l'accesso, i bagnanti avranno a disposizione una lista di opzioni disponibili. Operata la scelta, non rimarrà altro che montare in macchina e arrivare nel luogo desiderato, dove basterà mostrare la prenotazione sul telefonino per entrare, in sicurezza e relax. Skiply è in grado di trasformare le restrizioni in opportunità, di stravolgere il turismo balneare, in Italia e non solo! Il download, gratuito, è previsto dal 20 maggio.

0

0

0

0

0

Coronavirus
App mare
App coronavirus mare
Ultime notizie app coronavirus
Commenti
Coronavirus, ecco l'app per andare al mare
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
WhatsApp, come usare lo stesso account su più dispositivi
News Successiva
WhatsApp, scoperto il trucco per leggere messaggi in segreto: ecco come