Attualità

Salute

Dieta equilibrata ai tempi del coronavirus e i consigli del Ministero

Il messaggio dell'Ufficio per la pastorale della Salute di Ragusa

0

0

0

0

0

Dieta equilibrata ai tempi del coronavirus e i consigli del Ministero Dieta equilibrata ai tempi del coronavirus e i consigli del Ministero

Ragusa - “Nell’attuale situazione di emergenza pandemica dovuta alla diffusione mondiale dell’infezione da nuovo coronavirus, il cambiamento degli stili di vita, in primo luogo per quel che riguarda la possibilità di compiere attività motoria, ma anche per il controllo delle abitudini alimentari e di quelle voluttuarie, in particolare fumo e alcol, ci deve fare stare attenti all’adozione di una dieta equilibrata”. E’ questo il messaggio che l’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa trasmette ai fedeli rilanciando, in proposito, le indicazioni che arrivano al ministero della Salute.

“E’ fondamentale – dice il direttore dell’ufficio diocesano, don Giorgio Occhipinti – seguire una corretta alimentazione il che vuol dire prestare attenzione alla qualità e alla quantità degli alimenti che assumiamo ogni giorno. È importante adottare un’alimentazione varia e bilanciata, nella quale ciascun alimento concorra, con le sue specifiche proprietà nutrizionali, a garantire un apporto completo di tutte le sostanze necessarie al buon funzionamento dell’organismo”. Il ministero della Salute raccomanda un aspetto in particolare: e cioè che ogni giorno/settimana siano assunti cibi tenendo conto dei diversi gruppi alimentari: cereali, legumi, tuberi, frutta e ortaggi, carne, pesce e uova, latte e derivati.

“Pertanto – continua don Occhipinti – è opportuno ricorrere alla combinazione di alimenti diversi, ciascuno dei quali apporti energia e specifici nutrienti. Importante anche ripartire nella giusta misura l’apporto calorico giornaliero degli alimenti: prima colazione 20%, spuntino della mattina 5%, pranzo 40%, spuntino del pomeriggio 5% e cena 30%”. I consigli sono stati riassunti in quattordici punti, una serie di pillole che occorrerebbe seguire in maniera attenta. Quali questi consigli?

Bevi ogni giorno acqua in abbondanza (almeno un litro e mezzo); a tavola varia le tue scelte, la monotonia, infatti, non aiuta per un’alimentazione sana; limita l’uso di sale e di zucchero; consuma alimenti che forniscano almeno 25 grammi di fibra alimentare al giorno; fai sempre una sana prima colazione, che, possibilmente, includa latte o yogurt e un prodotto da forno, ed evita di saltare i pasti; consuma almeno 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura (meglio se 2 di frutta e 3 di verdura) arrivando almeno a 400 grammi, variando i colori dei vari prodotti.

Ricorda che il succo di frutta, anche al 100%, non sostituisce mai la frutta fresca; consuma quotidianamente cereali (pane, pasta, riso ecc.), privilegiando quelli integrali; mangia pesce almeno 2-3 volte alla settimana, fresco o surgelato; privilegia il consumo di carni bianche, limitando quello di carni rosse; ricordati che i legumi forniscono proteine di buona qualità e fibre, includili nella tua alimentazione almeno 3-4 volte a settimana, magari con un piatto unico di cereali e legumi; limita il consumo di alimenti ricchi di grassi, sale e zuccheri e di bevande zuccherate; privilegia, come condimento, l’olio extravergine di oliva, ma senza esagerare; privilegia la cottura a vapore, alla piastra, al cartoccio, limitando le cotture che prevedano aggiunte di grandi quantità di grassi; ricorda che l’alcol non è un alimento e non esiste una quantità sicura e raccomandabile.

Per la salute è meglio astenersi dal bere alcolici. Se ne bevi, limita le quantità e comunque non superare mai quelle considerate a basso rischio, ricordandoti di non bere mai a digiuno e durante le ore di lavoro.

0

0

0

0

0

Dieta equlibrata
Coronavirus dieta
Dieta consigli ministero
Pastorale salute ragusa
Commenti
Dieta equilibrata ai tempi del coronavirus e i consigli del Ministero
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Coronavirus, i dati delle province: 59 Ragusa, 595 Catania e 366 Messina
News Successiva
Ragusa, lavoratori della Ditta Busso donano 6 mila euro all'Asp