Tecnologie

Tecnologia

Coronavirus, WhatsApp sotto stress: troppi utenti online e rischio down

Troppe videochiamate e messaggi

0

0

0

0

0

Coronavirus, WhatsApp sotto stress: troppi utenti online e rischio down Coronavirus, WhatsApp sotto stress: troppi utenti online e rischio down

Roma - L’emergenza coronavirus sta mettendo sotto stress WhatsApp, l’App di messaggistica istantanea più usata al mondo, rischio down per troppi messaggi e videochiamate. Troppi utenti online. In questi giorni di isolamento a cui sono costretti tutti i cittadini del mondo sta cominciando a creare qualche problema all’App. La situazione dello scambio di messaggi, secondo gli esperti, è schizzata letteralmente in molti dei paesi fortemente colpiti dall'epidemia di Coronavirus. Il volume totale dei messaggi è aumentato di oltre il 50% solo nell'ultimo mese.

Stessa cosa anche per le chiamate vocali così anche quelle video su Messenger e WhatsApp che sono più che raddoppiate.  Anche in Italia, così come nel resto del mondo, è stato registrato un incremento dell’utilizzo dell’App di quasi il 70%. In particolare i dati rivelano che la messaggistica ha avuto un aumento del del 50% ma soprattutto quello che colpisce è il tempo delle chiamate di gruppo con oltre 3 utenti che sono addirittura aumentate del 1000% negli ultimi 30 giorni. Il motivo è chiaramente quello dell'isolamento sociale causato dal Coronavirus e dalle imposizioni del Governo italiano che ha bloccato le uscite se non in caso di necessità come il lavoro o la spesa.

La famosa app di messaggistica sta soffrendo questo sovraccarico ed ogni giorno fatica tanto a sostenere la gestione del carico.

 

0

0

0

0

0

Coronavirus
Whatsapp
Messenger
Stress
Chiamate whatsapp
Tecnologia
Whatsapp down
Utenti online
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Coronavirus, WhatsApp sotto stress: troppi utenti online e rischio down
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Coronavirus, App Sicilia si cura: ecco come funziona
News Successiva
Nonny e Sorgenia, progetto di solidarietà digitale per over 80