Attualità

Coronavirus Ragusa, potenziato servizio telefonico anticrisi: i numeri da chiamare

Lo annuncia il Comune di Ragusa

0

0

0

0

0

Coronavirus Ragusa, potenziato servizio telefonico anticrisi: i numeri da chiamare Coronavirus Ragusa, potenziato servizio telefonico anticrisi: i numeri da chiamare

Coronavirus Ragusa, potenziato servizio telefonico anticrisi: i numeri da chiamare. Lo annuncia il Comune di Ragusa

Ragusa – Potenziato il servizio telefonico anticrisi. Considerate le tante richieste ricevute di sostegno economico e di disponibilità a donare per contrastare la crisi economica e sociale dovuta al coronavirus, si è deciso di potenziare il servizio di centralino e mail già attivo con l'aggiunta del numero telefonico della Protezione civile 0932676764. Il nuovo numero sarà attivo a partire da lunedì 30 marzo dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 14. Si riporta di seguito un riepilogo sulle informazioni dell'intero servizio,  consultabili anche sul sito web del Comune di Ragusa alla pagina

"Numeri e indirizzi per richiedere sostegno economico ed effettuare donazioni contro la crisi Covid-19": Tanti ragusani si trovano in difficoltà economica per una emergenza che non è, purtroppo, solo sanitaria. Lavoratori occasionali oggi privi di reddito e di ammortizzatori sociali, anziani soli, soggetti immunodepressi e ad alto rischio: persone che non hanno mai chiesto aiuto ma che vivono ora una crisi nuova a cui dobbiamo dare risposta. È attivo il servizio telefonico per chi ha bisogno di sostegno. Il numero 0932676764 sarà attivo da lunedì 30 marzo: Lunedì:  0932676863 (9.00-12.00) e 0932676764 (9.00-14.00), Martedì: 0932676850 (9.00-12.00 e 15.00-17.30) e 0932676764 (9.00-14.00), Mercoledì: 0932676865 (9.00-12.00) e 0932676764 (9.00-14.00), Giovedì: 0932676863 (9.00-12.00 e 15.00-17.30) e 0932676764 (9.00-14.00), Venerdì: 0932676850 (9.00-12.00) e 0932676764 (9.00-14.00), Sabato: 0932676764 (9.00-14.00).

E’ possibile inoltre avanzare richiesta compilando autonomamente il form online disponibile sul sito del Comune e inviandolo all’indirizzo mail: emergenzacoronavirus@comune.ragusa.gov.it.  Si tratta della punta dell’iceberg di un “Patto di solidarietà diffusa” a cui associazioni sociali, club service, aziende e privati cittadini possono contribuire insieme a Comune e Caritas della Diocesi Ragusana. Come? Chiamando gli stessi numeri telefonici è possibile donare: - generi alimentari; prodotti per l’infanzia; prodotti per la pulizia e l’igiene personale; dispositivi sanitari di sicurezza (guanti, mascherine, tute, disinfettanti…); dispositivi per il contrasto alla povertà educativa (computer, tablet, smartphone…).

Oppure offrire la propria disponibilità per servizi di volontariato o consegne a domicilio. E’ possibile inoltre segnalare la propria disponibilità a offrire donazioni o servizi compilando autonomamente il form online disponibile sul sito del Comune e inviandolo all’indirizzo mail: emergenzacoronavirus@comune.ragusa.gov.it. Chi preferisce dare un contributo economico può farlo con una erogazione liberale sul c/corrente intestato al Comune di Ragusa con iban IT77O0503617000T20006660001 indicando come causale “EMERGENZA CORONAVIRUS”. Ai sensi dell'art. 66 del Decreto Legge "Cura Italia" sono previste detrazioni fiscali del 30% per un importo non superiore a 30.000 euro per le erogazioni liberali delle persone fisiche e la deduzione fiscale senza limite di importo per le erogazioni di soggetti che percepiscono redditi di impresa.  Solo facendo gioco di squadra ne usciremo prima, ne usciremo più forti.

0

0

0

0

0

Coronavirus
Covid
Coronavirus ragusa
Numero anticrisi ragusa
Ultime notizie coronavirus ragusa
Commenti
Coronavirus Ragusa, potenziato servizio telefonico anticrisi: i numeri da chiamare
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Modica, boom di richieste per la spesa: ecco quale numero chiamare
News Successiva
Emergenza Covid 19, fondo solidale del Comune di Pozzallo: i numeri da chiamare