Politica

Ragusa coronavirus, Territorio chiede cabina di regia

Per emergenza covid 19

0

0

0

0

0

Ragusa coronavirus, Territorio chiede cabina di regia Ragusa coronavirus, Territorio chiede cabina di regia

Ragusa - “Manca una cabina di regia locale che dovrebbe seguire i cittadini, interessandosi anche di assistenza psicologica, ci ha pensato, in ritardo, l’ASP, il Comune è del tutto assente in materia”. Così il movimento civico Territorio nella sua articolazione ragusana, guidata da Michele Tasca e Emanuele Distefano, rispettivamente segretario e vice segretario cittadini, che anche relativamente alla situazione economica aggiungono “non ci saranno categorie esenti dall’onda che già manifesta i primi spruzzi, serve farsi trovare pronti ma non con un arrembaggio alle misure agevolative o di sostegno, serve anche in questo caso una qualificata cabina di regia, composta da sindacati, da organizzazioni datoriali e di categoria, associazioni e rappresentanti delle aziende per farsi trovare uniti a fronteggiare un collasso dell’economia locale che sembra inevitabile ma può essere combattuto in maniera adeguata se guidato da persone competenti”.

Le richieste di Territorio nascono da alcune premesse “un’emergenza che viene gestita al meglio, dal punto di vista sanitario, ma che presenta diverse criticità per la pronta applicazione dei decreti del governo centrale e le strategie sull’inevitabile tracollo economico di molte imprese e anche di molte famiglie. Se la sanità, pur tra mille difficoltà, sembra preparata ad affrontare il picco dell’emergenza, soprattutto nel meridione, si presentano mille difficoltà per far comprendere le misure prescritte dal governo per il contenimento del contagio”. SecondoTasca e Distefano, infatti, “correzioni continue, anche in diretta, che creano confusione così come i mille messaggi sui social, dove ognuno chiede qualcosa: l’ultimo decreto del presidente della Regione lascia ai sindaci la facoltà di decidere per i mercati all’aperto, verificate le condizioni minime di sicurezza.

Non viene taciuto uno dei maggiori punti di debolezza di queste settimane “troppa gente che circola sulla provinciale per Marina di Ragusa ma serve tenere presenti le numerosissime residenze nelle diverse contrade, dall’uscita da Ragusa fino ad arrivare al centro abitato della frazione marinara. Un mare di domande: posso passeggiare sulla spiaggia, posso fare footing, posso accudire le galline in campagna, posso portare da mangiare ai cani che lascio nella casa di campagna o in quella a mare? Nessuno chiede se i può passeggiare al porto di Marina perchè la gente ci va direttamente senza chiedere.

Vero è che molta gente esce per motivi di necessità, ma fuori del supermercato si sente dire che stasera si va a mangiare a casa di Antonella o di Teresa. Fortunatamente la maggior parte dei negozi e dei locali pubblici sono chiusi ma mancano avvisi chiari e soprattutto diffusi in maniera sufficiente, per tutte le fasce di popolazione”. E allora le precise richieste del movimento civico che fa capo al deputato regionale Nello Dipasquale “manca una cabina di regia locale che dovrebbe seguire i cittadini, interessandosi anche di assistenza psicologica, ci ha pensato, in ritardo, l’ASP, il Comune è del tutto assente in materia.

Per l’emergenza economica che presto farà sentire i suoi effetti non si avverte nessun segnale, solo appelli, sollecitazioni e richieste che arrivano da più parti ma, appunto per questo, o richieste ripetitive o richieste di parte. È sotto gli occhi di tutti che la crisi investirà, senza distinzioni, tutte le fasce sociali e tutti i comparti economici. Non ci saranno categorie esenti dall’onda che già manifesta i primi spruzzi, serve farsi trovare pronti ma non con un arrembaggio alle misure agevolative o di sostegno, serve anche in questo caso una qualificata cabina di regia, composta da sindacati, da organizzazioni datoriali e di categoria, associazioni e rappresentanti delle aziende per farsi trovare uniti a fronteggiare un collasso dell’economia locale che sembra inevitabile ma può essere combattuto in maniera adeguata se guidato da persone competenti”. (da.di.)

0

0

0

0

0

Commenti
Ragusa coronavirus, Territorio chiede cabina di regia
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ospedale Busacca di Scicli per pazienti Covid 19 meno gravi: ipotesi da vagliare
News Successiva
Coronavirus, a Marina di Ragusa troppi turisti del Nord