Politica

Ragusa, sporcizia in piazza Piemonte e pensilina inutilizzabile FOTO

La nota del consiglieri D'Asta e Firricieli

0

0

0

0

0

Ragusa, sporcizia in piazza Piemonte e pensilina inutilizzabile FOTO Ragusa, sporcizia in piazza Piemonte e pensilina inutilizzabile FOTO

Segnalazioni su alcune criticità della vita cittadina a Ragusa. E’ anche questo un compito importante che spetta ai consiglieri comunali. Ne pervengono due da Mario D’Asta del Pd e da Sergio Firirnciale del M5. L’intervento di D’Asta è relativo alla situazione che si crea in piazza Piemonte dopo il mercatinoo rionale del venerdì mattina, situazione segnalata dai residenti della zona e di cui il consigliere si fa portavoce. Afferma D’Asta “il venerdì, infatti, poco dopo mezzogiorno sembra quasi di assistere a uno scenario di guerra. Per non parlare della sporcizia e della puzza, a causa dei rifiuti abbandonati un poco ovunque, che occorre fronteggiare.

Naturalmente c’è l’impresa ecologica che gestisce il servizio di igiene ambientale che si occupa di ripulire il sito. Il problema, però, è che quando ci sono giornate di pioggia o il vento comincia a tirare un poco più forte del normale, come accade in questo periodo, diventa difficile, per non dire impossibile, ripulire tutto nella maniera più adeguata. Naturalmente non voglio criminalizzare né gli operatori ambulanti né tantomeno gli addetti al servizio ecologico che cercano di svolgere al meglio la loro attività. Chiedo all’amministrazione comunale, però, di porre sotto attenzione la questione e di trovare una strada che possa essere indicativa rispetto alla necessità di assicurare la dovuta serenità ai residenti del quartiere nei giorni di mercato”.

Poi il consigliere Pd prosegue “se ci sono disfunzioni specifiche, dovute al fatto che non tutti osservano le regole, il sistema di smaltimento dei rifiuti non può funzionare al meglio ed è quindi necessario trovare soluzioni di differente tipo. Sono convinto che grazie alla buona volontà di tutti si possa arrivare a individuare un percorso di condivisione per mettere d’accordo le parti in causa ed eliminare le anomalie segnalate. Una cosa è certa. Continuare così diventa alquanto difficile. E’ necessario affrontare la questione e darsi da fare per rimediare. Ritengo che questo sia un intervento che solo l’amministrazione comunale, per le proprie competenze specifiche, possa garantire”. Da parte sua invece il consigliere pentastellato Sergio Firrincieli segnala che, a causa di un incidente stradale verificatosi ad inizio mese, “la pensilina di via Grazia Deledda, all’angolo con via Ungaretti, nella parte alta della città, risulta praticamente inutilizzabile”.

Osserva Firrincieli “sono trascorse due settimane dal sinistro stradale in questione e la pensilina, che forniva riparo a chi attendeva l’autobus, tra l’altro in una zona della città particolarmente esposta alle intemperie, soprattutto quando piove e fa freddo, è tuttora inutilizzata e inutilizzabile. Tra l’altro, la stessa risultava funzionale ai numerosi studenti (nei pressi, infatti, insiste l’istituto scolastico Ferraris) che utilizzano le linee urbane ed extraurbane per tornare a casa. Non possono più contare, in questa fase, su alcun riparo. La pensilina è pericolante, spaccata nella parte superiore, recintata fino a qualche giorno fa da una striscia di fettuccia che, adesso, in parte è stata tirata via. Chi usufruisce dell’autobus ha la necessità di potere contare su un luogo protetto. Ecco perché chiediamo all’amministrazione comunale di fare presto e di intervenire con i dovuti accorgimenti, ripristinando lo status quo”. (da.di.)

0

0

0

0

0

Pensillina
Via ungaretti
Pd Ragusa
Commenti
Ragusa, sporcizia in piazza Piemonte e pensilina inutilizzabile FOTO
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ragusa: trasporto urbano carente per ospedale Giovanni Paolo
News Successiva
Ragusa, affermazioni filofascista e razzista di Fratelli D'Italia