Tecnologie

Da Vodafone un dispositivo per non dimenticare i bambini in auto

Già disponibile per i clienti

0

0

0

0

0

Da Vodafone un dispositivo per non dimenticare i bambini in auto Da Vodafone un dispositivo per non dimenticare i bambini in auto

V-Baby Alert e' composto da un cuscino smart collegato via Bluetooth a un dispositivo connesso tramite una sim Vodafone, che e' dotato di un ricevitore GPS e di un accelerometro in grado di rilevare quando la macchina e' ferma o in movimento e la sua posizione. E' sempre attivo, anche senza la presenza di uno smartphone. Nel caso in cui l'auto sia ferma da piu' di dieci minuti e il cuscino rilevi ancora la presenza di un bambino seduto sul seggiolino, il dispositivo invia automaticamente una notifica al contatto principale. Se non si tratta di una situazione di rischio la persona contattata puo' interrompere l'allarme attraverso l'app, mentre nel caso in cui il contatto di riferimento non annulli l'emergenza, V-Baby Alert fara' partire una chiamata. E se ancora la persona non dovesse rispondere, il dispositivo contattera' fino a cinque contatti di emergenza configurati nell'app inviando loro la posizione dell'auto. Per ognuno il server effettua tre tentativi di contatto (due chiamate e un sms) in modo che qualcuno possa intervenire tempestivamente.

A partire da domani V-Baby Alert e' acquistabile, online e negli store Vodafone, al costo di 99 euro e con 6 mesi di servizio inclusi, a seguire 1 euro al mese con addebito su credito telefonico per i clienti Vodafone o su carte di credito per i clienti Non Vodafone. V-Baby Alert e' rivolto alle famiglie con bambini al di sotto dei 4 anni ed e' compatibile con tutti i seggiolini auto omologati.

0

0

0

0

0

Vodafone
Dispositivo
Dimenticare
Bambini
Auto
Tecnologia
Commenti
Da Vodafone un dispositivo per non dimenticare i bambini in auto
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Whatsapp: attenzione nel 2020 non funzionerà in alcuni telefoni
News Successiva
Tim, operazione Risorgimento Digitale a Modica