Sport

Un Modica Calcio determinato passa al Sant'Ippolito

L'Armenia finisce ko

Un Modica Calcio cinico e determinato passa per la seconda volta al “Sant'Ippolito” di Piazza Armerina (la prima volta con la Don Bosco lo scorso mese di settembre) e si mantiene a ridosso della zona play off.

I “Tigrotti” sono stati bravi a sfruttare le grosse indecisioni difensive dell' Armerina per portare a casa tre punti di fondamentale importanza per i rossoblù della Contea. La gara si mette subito in discesa per la formazione di Filippo Raciti oggi priva per squalifica del capitano Alessandro Cassibba e del giovane centrocampista Gianmarco Galfo. Al 7', infatti, il Modica Calcio passa in vantaggio. Il capitano dei padroni di casa Ernesto D'Assaro, cerca un retropassaggio al portiere, intercettato da Sammito che anticipa l'uscita del guardiapali armerino e con un tocco rasoterra insacca. Al 21' la risposta dei padroni di casa con Alessandro che entra in area dalla sinistra e prova a scavalcare Gianchino con un pallonetto, ma sulla linea di porta Basile allontana, sulla sfera arriva Keyta che di testa da pochi metri manda alto sulla traversa.

Al 23' Alessandro ci prova con un rasoterra dal limite con palla fuori non di molto. Al 26' punizione dalla trequarti di Pitino che accende una mischia in area avversaria, dopo un batti e ribatti la sfera arriva sui piedi di Kebbeh che prova un pallonetto, ma sbaglia la misura e la palla esce alta sulla traversa. Al 29' bella combinazione in velocità Noukri – Kebbeh con tiro dell'attaccante gambiano respinto d'istinto dal portiere. Al 41' arriva il pareggio dei padroni di casa. Nicotra batte una punizione dalla sinistra, la palla spiove in area modicana, dove Lorenzoni anticipa il suo marcatore e da pochi passi batte Gianchino. Si va così al riposo in perfetta parità.Nella ripresa parte bene l' Armerina e al 7' una bella combinazione tra Lorenzoni e Alessandro porta al tiro di quest'ultimo che si spegne a lato. Al 14' l' Armerina resta in dieci, l'arbitro assegna un calcio di punizione a centrocampo al Modica per un fallo commesso da Liuzzo che protesta platealmente con il direttore di gara che lo ammonisce. Il difensore biancorosso dice qualcosa di troppo al signor Matranga che gli sventola sotto il naso il secondo giallo e il conseguente cartellino rosso.

Il Modica Calcio, avanza il baricentro del suo gioco alla ricerca del nuovo vantaggio che arriva al 21', quando Kebbeh s'incarica di battere un calcio piazzato dai venticinque metri. Il numero 10 rossoblu batte direttamente a rete con palla che sbatte a terra e con la complicità del portiere finisce in rete per il vantaggio modicano. Al 23' Kebbeh innesca la ripartenza di Vicari che al limite salta il suo marcatore e tira a botta sicura. Il portiere è bravo a respingere la sua conclusione con palla che arriva nuovamente nella zona di Kebbeh che di testa indirizza a rete, ma sulla linea di porta Minolfi è lesto ad allontanare. Al 35' arriva la rete che mette in cassaforte i tre punti per la formazione di Filippo Raciti. Angolo dalla destra con cross in area avversaria, dove Kebbeh con un perentorio stacco di testa incorna da pochi passi e realizza il 3 – 1 per la sua squadra. Poi il Modica Calcio gestisce senza grossi problemi gli attacchi alquanto sterili dei giocatori piazzesi e dopo 5' di recupero l'arbitro decreta la fine con i rossoblù che vanno a salutare i propri tifosi e ora puntano al derby casalingo di domenica prossima quando al “Vincenzo Barone” arriverà la capolista Pozzallo.