Benessere

Soffri di ipertensione? Quanto sale al giorno per stare in salute?

Ecco alcuni consigli

Soffri di ipertensione? Quanto sale al giorno per stare in salute? Ecco alcuni consigli da seguire quando si soffre di ipertensione. Un consumo eccessivo di sale è una delle cause principali dell’ipertensione arteriosa, soprattutto nelle persone predisposte a sviluppare la patologia.

È infatti dimostrato che elevati apporti di sodio, contenuto nel sale, aumentano il rischio di malattie cardiovascolari, ma anche di patologie a carico dei reni. Ma quanto sale al giorno si può consumare? L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda di non introdurre più di 2 grammi di sodio con la dieta giornaliera. Questa quantità corrisponde a circa 5 grammi di sale da cucina, che sono all’incirca quelli contenuti in un cucchiaino. Ma nel computo della quantità di sale devi considerare anche il sodio contenuto negli alimenti e nelle bevande. L’OMS raccomanda una riduzione del consumo di sodio anche nei bambini: nel primo anno di vita è bene evitare di aggiungere sale alle pappe.

Ma anche dopo, il consumo di sale dovrebbe essere molto moderato. Posto che è bene evitare gli alimenti confezionati, quali sono frutta e verdura che contengono più sodio? In generale frutta e verdura hanno un livello basso di sodio, ma alcuni alimenti superano la soglia dei 40 mg ogni 100 grammi e sarebbero da consumare dunque con moderazione, rispetto ad altri tipi di frutta e verdura. Ad esempio, il sedano (100 mg di sodio per 100 grammi), gli spinaci (69 mg), le carote (61 mg), gli asparagi bianchi (60 mg), i carciofi (47 mg).