Benessere

Dieta per diverticolite e diverticolosi: cosa mangia ed evitare

Vietata frittura e spezie

La dieta per la diverticolite e la diverticolosi si basa sul consumo di pasti leggeri che aiutano ad alleviare i disturbi. Ecco cosa mangia e cosa evitare.

La dieta per la diverticolite e la diverticolosi negli anni ha avuto indicazioni spesso contraddittorie, dovute sostanzialmente a due fattori ovvero la vecchia teoria bocciava l’uso di fibre nella dieta, mentre oggi si è ribaltata la situazione e durante la fase acuta (diverticolite) è opportuno evitare l’impiego di cibi ad alto contenuto di fibre. In generale nella dieta per la diverticolite e per la diverticolosi è opportuno che il singolo pasto non sia troppo ricco di alimenti “pesanti” perché di solito sono molto sazianti con scarso volume e ciò implica automaticamente un basso assorbimento di fibre per pasto. Per il resto c’è massima libertà nello scegliere le fibre. Moltissime persone che soffrono di diverticolite spesso scelgono cibi integrali, altri cornflakes, altri preferiscono orientarsi a frutta e verdura, altri infine usano crusca in pillole (che però è la scelta peggiore perché significa che ci si alimenta comunque male).

Importante è che durante ogni singolo pasto ci sia un quantitativo minimo di fibre. Il consiglio basilare nella dieta per la diverticolite e per la diverticolosi è quello di molta acqua durante il giorno. Inoltre bisogna evitare l’utilizzo di lassativi e di alcuni cibi, vediamo quali. I cibi da evitare sono: ogni tipo di frittura, formaggi e salumi grassi, alimenti piccanti, bevande alcoliche, tè, caffè e ogni tipo di dolce o cioccolato. Inoltre nella dieta per la diverticolite bisogna assolutamente abolire alcune spezia come il pepe, il peperoncino, il curry e la noce moscata.In caso di diverticolite (fase acuta) può essere d’aiuto ridurre il consumo di latte, ma sono ammesse modiche quantità di latticini e yogurt; vanno evitati i formaggi piccanti. Tra le regole da seguire nella dieta per la diverticolite c’è anche quella che prevede il consumo di frutta senza buccia. Bisogna però scegliere la frutta che non facilita il fastidioso meteorismo.

In caso di diverticolosi e per prevenire la diverticolite, si consiglia di evitare o ridurre al minimo: alcolici, caffè, tè, cacao, ginseng ed energy drink: tutti ricchi di xantine, bibite gassate e/o acide. Alimenti non masticabili o con residuo solido eccessivo: frutta secca (noci, mandorle ecc), semi della frutta dolce (uva, melograno ecc), buccia di ortaggi totalmente indigesta (melanzane, pomodori ecc). Grosse porzioni di latte, in particolare se non del tutto tollerato. Spezie e cibi piccanti: pepe, peperoncino, eccesso di aglio e cipolla, zenzero, rafano, certi formaggi e salumi. Cibi eccessivamente grassi, soprattutto con lipidi di scarsa qualità: sono quelli dei cibi spazzatura come gli snack, i fast-food, i dolciumi ecc.

Oltre ad una sana dieta per la diverticolite bisogna anche cercare di condurre uno stile di vita sano ovvero bisogna smettere di fumare e fare una buona e regoalre attività fisica che dona benessere alla salute dell’organismo. Come sempre nelle diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di cambiare il proprio regime alimentare dietetico soprattutto se si soffre di patologie importanti.