Economia

Modica Matera: protocollo d'intesa per pane e cioccolato

Promozione congiunta

Protocollo d’intesa Matera Modica per la promozione congiunta di cioccolato di Modica e Pane di Matera IGP. Il salone de Le Monacelle di Matera ha ospitato un folto pubblico e numerosi giovani dell’Istituto Alberghiero “Turi” materano, interessati alle ragioni del gemellaggio tra Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e Modica Capitale Europea del Cioccolato 2019 con l’espressa finalità “Implementare le parentele culturali”.

Alla presentazione del singolare evento Leo Montemurro, presidente del CNA Basilicata, ha evidenziato il sostegno della CNA nazionale. Così Mirco Della Vecchia, presidente Nazionale Cna Agroalimentare nel suo apprezzato intervento è stato latore del messaggio sociale cui contribuisce la qualità agroalimentare del sistema Italia e la necessità operativa da adottare a difesa dell’artigianalità. Il direttore generale del Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica, Nino Scivoletto, ha catturato l’attenzione dei giovani studenti e del pubblico presente, narrando le modalità del conferimento dell’IGP al Cioccolato di Modica da gemellare con il pane di Matera IGP, in quanto prodotti di eccellenza catalizzanti le analogie territoriali e culturali, come profeticamente ha intuito lo scrittore lucano Raffaele Nigro nel suo articolo giornalistico titolato Il ritorno a Modica gemella di Matera. La proiezione di mirate slides e video si è conclusa sull’immagine del Banner realizzato dal grafico Enzo Bosco di Eliotecnica che ha saputo esaltare la speculare analogia paesaggistica della città dei Sassi e della città del Cioccolato. Grazia Dormiente, direttore culturale del CTCM, ha affrontato come il prodigio del seme culturale sia il collante della geografia emozionale e della storia di antiche civiltà, imparentate dal cibo come espressione di calendari festivi e quotidiani. Salvo Peluso, presidente del Consorzio del Cioccolato di Modica Igp, nonché autore della grande barretta di Cioccolato che ha diffuso aromatiche essenze, ha sottolineato come il superamento dell’individualismo sia la chiave per abbattere barriere economiche e sociali.

Anche l’intervento del giovane presidente del Pane di Matera Igp, Massimo Cifarelli ha riscontrato l’interesse di tutti gli astanti, comunicando la sua esperienza sulla ricerca del lievito madre e dei grani antichi per assicurare la bontà e la qualità del Pane materano. Prima dell’attesa sottoscrizione del Protocollo di Intesa da parte dei Sindaci di Matera e di Modica, si sono svolti gli interventi d’auspicio e di prospettive insite nel gemellaggio. Raffaello De Ruggieri, anziano sindaco creativo ha sviluppato il tema della vocazione territoriale che ha suscitato la rinascita della città e dei suoi cittadini attraverso la cultura come segno distintivo comunitario. Ignazio Abbate, sindaco di Modica, concludendo, ha ribadito come i gemellaggi siano portatori di scambi sociali e culturali, lievito per lo sviluppo sostenibile. Hanno presenziato l’evento: Luigi Polizzi Dirigente MIPAAF Tutela IG, Gabriele Rotini Segretario Nazionale Cna Alimentare e Michele Zema direttore Commerciale di CSQA, mentre Paolo De Castro Primo Vicepresidente della commissione Agricoltura del Parlamento Europeo con un messaggio via Skype ha augurato buon lavoro al popolo della CNA riunito a Matera.

La manifestazione è continuata nel salone attiguo, con la sformatura di una grande barretta di cioccolato di Modica di circa 50 chili sovrastata da due forme giganti di pane di Matera IGP; una degustazione, e la distribuzione a tutti i presenti di una barretta di cioccolato di Modica IGP, con incarto dedicato all’evento, prodotto dalle imprese consortili Antica Dolceria Rizza, Casalindolci, Ciokarrua, Corallo, Di Lorenzo, Nacrè e Peluso, ha concluso l’evento. La grande barretta di Cioccolato e il pane di Matera sono stati collocati nel Museo del cioccolato di Modica.