Confcommercio

Ragusa, corsi per agenti immobiliari e somministrazione bevande

Organizzati da Confcommercio

Somministrazione alimenti e bevande, agenti immobiliari: hanno preso il via i nuovi corsi promossi nella sede formativa di via Sofocle dalla Confcommercio provinciale di Ragusa.

La formazione è un elemento imprescindibile per migliorare le modalità di fare impresa seguendo certi canoni, rispondendo così nella maniera più adatta alle sfide del futuro. Lo sanno bene i rappresentanti di Confcommercio provinciale Ragusa che, proprio in queste ore, hanno dato il via a due corsi rivolti agli associati e anche a soggetti esterni che intendono avviare questo percorso. E’ stato il presidente provinciale Gianluca Manenti ad inaugurare il terzo corso Somministrazione alimenti e bevande ospitato nelle classi della sede formativa di via Sofocle a Ragusa. Quindi il nutrito numero di iscritti ha potuto prendere atto di quelle che sono le caratteristiche di questa iniziativa e di come, sul fronte della formazione, l’associazione di categoria si stia scommettendo parecchio. Il corso Sab fornisce l’opportunità di formare imprese già esistenti e nuovi imprenditori che intendono operare in un settore in forte crescita sul nostro territorio.

Su un altro fronte, dopo i saluti dello stesso Manenti, è stato il presidente regionale Fimaa Sicilia, Ivan Tirrito, a dare il via al secondo corso 2019 per agenti immobiliari. Anche in questo caso, l’interesse per la formazione è in costante crescita da parte di tutti i soggetti interessati a verificare quali possano essere gli ambiti di approfondimento in un settore che risulta, pure in questo caso, in notevole espansione e con interessanti opportunità occupazionali. “Grazie a questi corsi – commenta Manenti – abbiamo avuto la possibilità di verificare sul campo come notevole sia l’interesse di tutti coloro che intendono avviare una nuova attività scommettendosi in prima persona in ambiti che per loro sono nuovi e che, però, testimoniano tutta la loro volontà di farsi avanti per crescere e creare le condizioni di nuovo sviluppo”.