Salute

Dieta paleolitica per dimagrire: ideale per donne in menopausa

Lo studio in Svezia

La dieta paleolitica è la dieta ideale per dimagrire per le donne in menopausa. Lo rivela uno studio effettuato in Svezia. Sempre secondo lo stesso studio la dieta paleolitica riduce i rischi di malattie cardiovascolari e di diabete di tipo 2.

Ma cosa prevede la dieta paleolitica? La dieta paleolitica prevede l’assunzione di cibo con un alto apporto di proteine e grassi insaturi e con un basso indice glicemico. La dieta paleolitica consiste essenzialmente nel consumo di verdure, pesce, pollame, carni magre, uova, crostacei, noci, semi, olio e frutta. Lo studio, effettuato all’Università Umea in Svezia, ha analizzato, nel corso di due anni, 70 donne in posta menopausa con indice di massa corporea superiore a 27, essenzialmente donne in sovrappeso. Una metà dei campioni seguiva la classica dieta nordica o scandinava, l’altra metà seguiva la dieta paleolitica.

Secondo i risultati, entrambi i gruppi perdevano peso ma mentre le donne che seguivano la più classica (almeno in Svezia) dieta nordica passavano, in media, da 86 a 80 chili, quelle che sostenevano una dieta paleolitica passavano da 87 a 78 chili, per una diminuzione di peso effettiva più sostanziale. Oltre a questo, è stato notato che la riduzione del peso portava, tra le donne che seguivano la dieta paleolitica, una netta riduzione del grasso addominale malsano e di acidi grassi nel sangue, fattore questo importante per contrastare lo sviluppo del diabete di tipo 2 nonché delle malattie cardiovascolari.

Secondo Caroline Blomquist, l’autrice della ricerca, “lo studio dimostra che la dieta paleolitica con un’alta percentuale di grassi insaturi era più salutare per questo gruppo di donne, anche se le raccomandazioni sulla nutrizione nordica avevano anche effetti positivi sulla salute”. Ma vediamo cosa si mangia in un esempio di menù della dieta paleolitica per dimagrire ideale per le donne in menopausa. Lunedì: colazione con uova sode e mandorle.Pranzo: bresaola e rucola. Cena: salmone con verdure di stagione.

Martedì: colazione con una porzione di salmone e noci. Pranzo: petto di pollo ai ferri e spinaci al vapore. Cena: spezzatino con verdure crude tipo finocchi o carote. Mercoledì: colazione con una fesa di tacchino e noci. Pranzo: insalata di gamberi e rucola. Cena: pesce alla griglia con verdure di stagione. Giovedì: colazione con prosciutto crudo e una macedonia senza aggiunta di zucchero. Pranzo: omelette con insalata e pomodori. Cena: pollo arrosto con verdure grigliate.

Venerdì: colazione con uova e noci. Pranzo: fettina con funghi. Cena: zuppa di verdure con affettato a scelta. Sabato: colazione con due uova con pomodoro e una macedonia senza zucchero. Pranzo: insalatona di verdure miste con bresaola. Cena: scaloppine con verdure. Domenica: colazione con un frullato di frutta con latte di cocco o bevanda vegetale ricavata da frutta secca. Pranzo: petto di pollo alla griglia e spinaci al vapore. Cena: salmone, melanza e zucchine grigliate. Come facciamo sempre nelle diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di seguire la dieta paleolitica o qualsiasi altra dieta. Infine ricordiamo che la dieta va sempre elaborata in base alle caratteristiche della singola persona.