Alternativa ad Halloween a Ragusa con la Pastorale della salute

Riuscita e significativa

L’alternativa ad Halloween a Ragusa. Riuscita e molto significativa l’iniziativa promossa dall’ufficio diocesano per la Pastorale della salute in occasione della vigilia della solennità di Tutti i Santi.

L’itinerario di solidarietà con le fragilità attraverso le corsie dell’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa è stato animato dai ragazzi delle parrocchie e, soprattutto, dal gruppo scout Ragusa 7. Partendo dalla tematica che rappresenta il punto di riferimento per l’anno pastorale, vale a dire “La Parrocchia che esce è una comunità che incontra e si lascia incontrare”, è stata fornita la possibilità agli adolescenti e ai giovani di cimentarsi in un’alternativa ad Halloween, ovvero la possibilità di andare in profondità, proponendo a ciascuno di loro l’universale chiamata alla santità. “E’ stata – spiega il direttore dell’ufficio diocesano, don Giorgio Occhipinti – una Notte dei Santi speciale, un invito ad essere discepoli e missionari sul nostro territorio.

La Notte dei Santi è stata vissuta straordinariamente in chiave di solidarietà con le fragilità, con l’inizio del percorso nelle corsie oltre all’animazione in Pediatria e al Pronto soccorso. E’ stato un percorso che ha coinvolto tutti per riscoprire le radici del proprio battesimo, le peculiarità dell’essere cristiani, l’impegno a partire per essere nel mondo annunciatori del Vangelo. Subito dopo avere interagito con i pazienti, i ragazzi, all’interno della cappella dell’ospedale, hanno ricevuto un simbolo di solidarietà, nella fattispecie un segnalibro con penna con riferimento a madre Teresa di Calcutta che afferma: “Sono una matita nelle mani di Dio”. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato mettendo in evidenza come sia stato possibile garantire un’alternativa ad Halloween che è una festa che, certo, non ci appartiene e non appartiene alle nostre tradizioni”.

Intanto, oggi, alle 17, in occasione del 2 novembre, nella cappella dell’ospedale Giovanni Paolo II si terrà una santa messa per i defunti. Inoltre, l’ufficio diocesano per la Pastorale della Salute, con la collaborazione dell’ufficio di pastorale familiare/settore Gravi Lutti, del consultorio familiare e del Cav (Centro di Aiuto alla Vita) ha organizzato per sabato 9 novembre un pellegrinaggio al cimitero centrale di Ragusa con le famiglie che hanno subito gravi lutti. L’appuntamento è aperto a tutti i cittadini che vogliono partecipare in segno di solidarietà. Il momento d’incontro è fissato alle 15 davanti al portone del cimitero centrale.