Ars

Scicli in missione a Palermo: Pisciotto e danni maltempo

La Giunta Giannone incontra Musumeci

Missione palermitana della giunta Giannone di Scicli: porto, danni alluvione, Fornace Penna e opere pubbliche. C’è lo Studio della viabilità cittadina. Il sindaco Giannone, il vice Riccotti, gli assessori Pitrolo e Fiorilla, il consigliere Rita Trovato, gli ingegneri Spanò e Pisani, il comandante Sgarlata impegnati nelle conferenze di servizio nel capoluogo.

Ha partecipato l’on. Orazio Ragusa, e il Sovrintendente di Ragusa, arch. Giorgio Battaglia. Una lunga giornata di lavoro a Palermo per la giunta Giannone, oggi. Una nutrita delegazione di rappresentanti istituzionali di Scicli ha onorato un fitto calendario di incontri in vari assessorati, compresa la Presidenza della Regione. Il sindaco Giannone, il vice Riccotti, gli assessori Pitrolo e Fiorilla, il consigliere Rita Trovato, e gli ingegneri Spanò e Pisani, il comandante Sgarlata, alla presenza dell’on. Orazio Ragusa, hanno tenuto diverse conferenze di servizio. La prima al Dipartimento di Protezione Civile, dove è stato relazionato sui danni del maltempo, sulla prevenzione del rischio idraulico, alla luce degli ultimi eventi atmosferici.

La giunta comunale ha chiesto il finanziamento di interventi strutturali per la regimentazione delle aste torrentizie che percorrono il territorio sciclitano, anche in direzione della costa, con particolare riferimento a Sampieri e Donnalucata. 500 mila euro è la stima di massima del danno subito dal patrimonio pubblico, mentre è di due milioni e mezzo di euro la richiesta per opere infrastrutturali di regimazione dei torrenti Trippatore e Petraro. La regimazione di Currumeli era già stata oggetto di una precedenze perizia, con progetto definitivo di 350 mila euro. L’occasione è stata utile per tracciare lo stato dell’arte del progetto della messa in sicurezza del porticciolo di Donnalucata.

Sarà redatto un progetto non impattante sull’ecosistema, condiviso con la comunità, il Comune fornirà al Dipartimento regionale una ulteriore relazione integrativa del Piano di emergenza comunale, che includa il porto. Tappa successiva a palazzo D’Orlenas, dove la delegazione sciclitana ha incontrato il Governatore Nello Musumeci per discutere della acquisizione al patrimonio pubblico e successiva fruizione della Fornace Penna di contrada Pisciotto a Sampieri. Era presente il Sovrintendente di Ragusa, arch. Giorgio Battaglia. Il Governatore ha chiesto al sindaco di riservare per se la comunicazione sull’esito dell’incontro dallo stesso convocato.

Dal canto suo, il sindaco Giannone ha chiesto al presidente della seconda commissione consiliare Resi Iurato, di indire riunione per domani, 30 ottobre, al fine di riferire sull’esito dell’incontro. Terzo impegno alla facoltà di ingegneria dell’Università di Palermo, dove il professore Marco Migliore ha presentato lo studio sulla viabilità a Scicli e Jungi. Gli elaborati sono stati oggetto di un serrato confronto fra l’amministrazione e i tecnici progettisti e sarà foriero di ulteriori approfondimenti nelle prossime settimane, quando sarà illustrato alla cittadinanza per un nuovo progetto di viabilità. Ultimo incontro della giornata, con l’assessore Marco Falcone, delegato alle Infrastrutture.

La giunta Giannone presenterà a breve una serie di progetti esecutivi pronti al finanziamento regionale, tra cui il lungomare di Micenci a Donnalucata e la Via del Mare a Cava d’Aliga, primo lotto, e il parcheggio di via Vasco De Gama e via Sila al quartiere San Nicolò. Nuovi passi avanti per il consolidamento e la fruizione di Chiafura e per l’accesso al Convento della Croce. Prosegue la collaborazione istituzionale fra Comune e Regione per dare concretezza a un parco progetti la cui gittata è almeno decennale.