Medicina

Escherichia Coli, aumenta rischio se non lavi mani dopo essere andato in bagno

Lo studio su The Lancet Infectious Diseases

Le persone che non si lavano le mani dopo esssere andate in bagno possono diffondere il batterio Escherichia Coli resistente agli antibiotici. Lo sostiene una nuova ricerca pubblicata sulla rivista The Lancet Infectious Diseases.

Lo studio spiega che lasciare la toilet senza essersi puliti le mani con acqua e sapone alzerebbe il rischio di contrarre l'infezione della Escherichia coli addirittura più che mangiare carne cruda, sia di pollo che di manzo. La via più breve che il batterio potenzialmente letale ha per radicarsi nei nostri corpi è quello del contatto tra il nostro cavo orale e residui fecali. Solitamente questo avviene quando non si puliscono bene le mani dopo aver visitato i servizi. Negli ultimi anni il batterio Escherechia Coli è diventato resistente agli antibiotici.

Gli scienziati hanno scoperto che la via di trasmissione più probabile per ESBL-E. coli è direttamente da umano a umano, "con particelle fecali da una persona che raggiunge la bocca di un'altra". “Infezioni causate da ESBL-E. i batteri coli sono difficili da trattare. E stanno diventando più comuni sia nella comunità che negli ospedali ", ha detto David Livermore della Norwich Medical School della University of East Anglia.

Livermore ha affermato che i tassi di mortalità tra le persone infette da questi ceppi di superbatteri sono il doppio di quelli delle persone infette da ceppi sensibili al trattamento. Livermore ha detto che il batterio Escherechia Coli è la causa più comune di avvelenamento del sangue, con oltre 40.000 casi all'anno in Inghilterra. I ceppi resistenti agli antibiotici causano circa il 10% di questi casi e sono particolarmente preoccupanti per i medici, ha aggiunto Livermore.

I ricercatori hanno analizzato 20.000 campioni fecali e centinaia di campioni di sangue, pubblicando i loro risultati nella rivista The Lancet Infectious Diseases. I test hanno rivelato che il ceppo ST131, che risiede nell'intestino può occasionalmente causare gravi infezioni rispetto ai ceppi che si trovano nella carne cruda. "C'è un piccolo crossover tra i ceppi di esseri umani, polli e bovini", ha detto Livermore, autore principale della ricerca. “La grande maggioranza dei ceppi di ESBL-E. coli che causa infezioni umane non proviene dal mangiare pollo o da qualsiasi altra cosa nella catena alimentare.

"Livermore ha affermato che il pollo dovrebbe essere ancora ben cotto e che carne e insalata crude non dovrebbero mai essere manipolate alternativamente, ma aggiunte nel caso di ESBL-E. coli "è molto più importante lavarsi le mani dopo essere andato in bagno". Ciò è particolarmente importante nelle case di cura, poiché le persone anziane soffrono delle più gravi infezioni da E. coli, ha affermato Neil Woodford di Public Health England, nella dichiarazione. Woodford ha anche affermato che è necessario evitare prescrizioni inadeguate per ridurre la resistenza agli antibiotici e fare di più per evitare le infezioni.