Cronaca

Incidenti in via Cartia a Ragusa: Amministrazione promette interventi

Intanto il sindaco Cassì dispensa buoni consigli

L’Amministrazione comunale di Ragusa promette interventi su via cartia, strada palcoscenico di molti incidenti. L’ennesimo incidente dei giorni scorsi all’incrocio tra via Cartia, via Magna Grecia e via Cintolo a Ragusa, questa volta purtroppo con feriti, per non parlare degli ingenti

danni subiti dalle auto coinvolte, sembra aver smosso l’amministrazione cittadina, peraltro subissata da richieste di interventi soprattutto via social, nonché dalle sollecitazioni del consigliere comunale Pd Mario D’Asta. E allora è lo stesso sindaco Cassì ad intervenire per spiegare – come si legge in una nota ufficiale di Palazzo dell’Aquila - quali sono i provvedimenti che l’Amministrazione comunale intende attuare sull’arteria. Dice il sindaco “contro il pericoloso fenomeno degli incidenti stradali in via Cartia abbiamo predisposto l'installazione di dissuasori di velocità e l'implementazione di controlli tramite autovelox e telelaser da parte degli organi preposti. Lo stesso avverrà in altre arterie a rischio”.

Tuttavia il primo cittadino non resiste alla tentazione di aggiungere due cose. Una scontatissima, ovvero “l'invito a rispettare il codice della strada e i limiti di velocità. Regole preziose per la sicurezza di tutti”. L’altra che invece suscita qualche perplessità “nonostante molti di voi (cittadini sui social n.d.r.) mi scrivano per chiederne l'installazione, non è possibile utilizzare i classici dossi, che in caso di eventuale emergenza rallenterebbero anche i mezzi soccorritori”. Ed allora viene da chiedersi quali siano i dissuasori di velocità di cui il sindaco promette l’installazione.

Probabilmente è un limite di chi scrive non conoscere i vari tipi di tali dispositivi presenti sul mercato, ad eccezione del cosiddetto ‘cuscino berlinese’ già tempo fa proposto dai consiglieri comunali 5 stelle, in quanto costringe le auto a rallentare ma non i mezzi di soccorso che hanno un passo più largo, ma sarebbe stato opportuno che il sindaco si sbilanciasse maggiormente sulle misure che intende adottare. Del resto la questione dovrebbe approdare presto in consiglio comunale, dove sarà in discussione una interrogazione presentata da Mario D’Asta già qualche tempo fa, e nella quale si ipotizzava anche la realizzazione di una rotatoria. Speriamo di vedere presto qualche risultato. (da.di.)