Medicina

Influenza intestinale: ecco i 10 alimenti da assumere

rimedi naturali in grado di contrastarla

L'influenza intestinale è un'infiammazione causata da diversi ceppi di virus che colpisce spesso lo stomaco e l’intero intestino, manifestandosi con vomito e diarrea. Il norovirus, responsabile dell'influenza intestinale più comune,  provoca ogni anno solo negli Stati Uniti dai 19 a 21 milioni di casi ogni anno. I sintomi principali dell'influenza intestinale sono nausea, vomito, diarrea, crampi allo stomaco e forti dolore addominale. Per contrastarla è utile prendere farmaci antinausea e fermenti lattici al fine di riequilibrare l'intestino; ma è ancora più importante determinare la dieta per reintegrare i liquidi persi e favorire il processo digestivo. Visto che il fisico è già spossato, l'alimentazione corretta si basa su cibi leggeri e molti liquidi, per scongiurare il rischio di disidratazione.

Ecco i 10 alimenti da assumere quando hai l'influenza intestinale. Cubetti  di ghiaccio: La complicazione più comune dell'influenza intestinale è la disidratazione. Quando il virus ti colpisce, può essere difficile tenere giù qualcosa, inclusi acqua e altri liquidi. Sebbene l'idratazione sia cruciale di fronte a questa malattia, bere troppo in una volta può peggiorare la nausea e il vomito. Per questo motivo è utile bere gocce di ghiaccio, per impedire di consumare liquidi rapidamente. Liquidi chiari: Diarrea e vomito sono i principali sintomi dell'influenza dello stomaco. Possono portare rapidamente alla disidratazione se i liquidi persi non vengono sostituiti. I liquidi chiari sono composti principalmente da acqua e carboidrati, che li rende facili da digerire. Alcune opzioni sono: acqua, brodo, tè decaffeinati, succhi di frutta chiari come mela, mirtillo e succo d'uva, bevande sportive, latte di cocco. Tieni presente che i succhi di frutta e le bevande sportive possono contenere molti zuccheri, quindi è importante non bere troppe bevande contemporaneamente. Inoltre, evitare di far bere molti succhi a neonati e bambini piccoli senza un consulto medico, poiché potrebbero peggiorare la diarrea.

Bevande elettrolitiche: Gli elettroliti, aiutano le funzioni corporee critiche, come la regolazione della pressione sanguigna e la contrazione muscolare.  Alla prima insorgenza di diarrea e vomito, i medici spesso raccomandano soluzioni di reidratanti, in particolare per neonati e bambini. Questi contengono acqua, zucchero ed elettroliti in proporzioni specifiche facili da digerire, reintegrando i minerali persi durante l'influenza intestinale. Tè alla menta: Il tè alla menta piperita può aiutare ad alleviare i sintomi dell'influenza intestinale. In uno studio condotto su 26 persone che hanno manifestato nausea dopo l'intervento chirurgico, l'odore di olio di menta piperita durante gli esercizi di respirazione post chirurgico ha alleviato la nausea nel 58% dei partecipanti. Zenzero: Lo zenzero è comunemente usato per alleviare la nausea, un sintomo primario dell'influenza intestinale. Sebbene la ricerca sull’uso dello zenzero per la nausea durante l'influenza sia specificamente carente, diversi studi hanno dimostrato che lo zenzero ha contribuito a ridurre i casi di nausea durante la gravidanza o per il trattamento del cancro. Lo zenzero è disponibile fresco, come spezia o come bevanda o caramelle. Zuppe a base di brodo: In caso di diarrea, banane, riso, salsa di mele e toast sono fondamentali. I medici raccomandano l’assunzione di questi cibi per contrastare i sintomi dell’influenza intestinali. Cereali secchi, cracker e salatini: Per evitare di scatenare la nausea e il vomito durante l'influenza, cibi secchi come cereali, cracker semplici e salatini sono opzioni sicure. Sono anche costituiti da carboidrati semplici, che vengono digeriti rapidamente e facilmente.

Inoltre, questi cereali raffinati sono spesso arricchiti con vitamine e minerali essenziali, che possono aiutarti ad avvicinarti al fabbisogno giornaliero di nutrienti durante l’influenza. Patate semplici: Le patate sono ottime opzioni quando hai l'influenza intestinale. Le patate semplici sono morbide, a basso contenuto di grassi e composte da amidi facilmente digeribili. Sono anche carichi di potassio, che è uno degli elettroliti primari persi durante il vomito e la diarrea.  Solo 1 patata media (167 grammi) fornisce circa il 12% del DV per potassio. Evita di aggiungere condimenti ricchi di grassi, come burro, formaggio e panna poiché possono peggiorare la diarrea. Invece, considera di condire le patate con un pizzico di sale. Uova: Sono un'ottima fonte di proteine, con 6 grammi per uovo grande e forniscono altri nutrienti, come vitamine del gruppo B e selenio, un minerale importante per il sistema immunitario. Evita di friggere le uova nell'olio, nel burro o nello strutto, poiché elevate quantità di grasso possono peggiorare la diarrea. Pollame e carne a basso contenuto di grassi: Il pollame magro e le carni possono essere meglio tollerati rispetto alle opzioni ad alto contenuto di grassi quando si ha l'influenza intestinale.

Le scelte magre includono: tagli di carne bianchi e senza pelle di pollo e tacchino, salumi magri (carne per il pranzo), come pollo, tacchino e prosciutto, braciole di maiale con il grasso tagliato. Frutta: Quando colpito dall'influenza intestinale, il reintegro dei liquidi è una priorità assoluta. Le bevande non sono l'unica opzione per l'idratazione. In effetti, molti frutti contengono l'80-90% di acqua. Assumere: anguria, fragole, cantalupo, pesche. I frutti forniscono anche un'abbondanza di vitamine e minerali, come potassio e vitamine A e C. Cibo e bevande da evitare: Alcuni cibi e bevande possono peggiorare la nausea, il vomito, la diarrea e altri sintomi durante l'influenza intestinale. Bevande come il caffè può compromettere la qualità del sonno, il che può ostacolare il recupero psico-fisico.  Inoltre, il caffè stimola la digestione e può peggiorare la diarrea mentre i cibi ricchi di grassi sono più difficili da digerire e possono portare a diarrea, nausea e vomito.