Economia

Banche, arriva l'accordo tra Cassa centrale e Iccrea sulle quote

Trasferimento della partecipazione detenuta

Cassa Centrale Banca e Iccrea Banca hanno raggiunto un accordo per il trasferimento della partecipazione detenuta dal Gruppo Cassa Centrale nel capitale del Gruppo romano.

E' stata sottoscritta un'intesa che pone fine al contenzioso avviato fra le parti e che prevede la riduzione della quota del Gruppo Cassa Centrale in Iccrea Banca dall'attuale 18% circa al di sotto del 10% entro la fine del 2019. La parte restante sara' ceduta integralmente con quote annuali e proporzionali entro il 31 dicembre 2022. Grazie all'accordo vengono inoltre definiti i reciproci rapporti riguardanti gli ulteriori assetti partecipativi nelle Societa' controllate dalle rispettive Capogruppo, sciogliendo situazioni di intreccio e razionalizzando quindi le compagini societarie.

Cassa Centrale acquisira' le partecipazioni in SBA, CSD, Phoenix e Cesve detenute dal Gruppo romano; Iccrea Banca acquisira' le partecipazioni in Iccrea BancaImpresa, Bcc Retail, Banca Sviluppo, BIT, Sinergia, InCra, Bcc Energia e Assicra Veneto detenute dal Gruppo Cassa Centrale. "Siamo molto soddisfatti dell'accordo raggiunto con il Gruppo romano - afferma il presidente di Cassa Centrale Giorgio Fracalossi -. E' stato un confronto concreto e improntato al reciproco rispetto che consente a entrambi i Gruppi di fare un importante passo in avanti".

"Siamo soddisfatti dell'accordo raggiunto - spiega Giuseppe Maino, presidente di Iccrea Banca - a cui noi e il gruppo trentino siamo arrivati dopo un'interlocuzione continua e franca, e che ha consentito a entrambe le parti il raggiungimento di importanti obiettivi, a partire dalla razionalizzazione efficace dei propri assetti partecipativi".

(ITALPRESS)