Economia

Shock fiscale, richiesta i Immobiliare

Per rilanciare un settore in crisi

"Al governo chiediamo di iniziare a varare politiche per l'immobiliare per rilanciare un settore che e' in crisi. I dati dell'Eurostat, infatti, ci confermano che l'Italia e' l'unico paese europeo dove i prezzi delle case continuano inesorabilmente e scendere.

Bisogna intervenire varando misure di rilancio a partire dalla stabilizzazione della cedolare secca sugli affitti commerciali e abitativi, ma anche cominciando a ridurre la patrimoniale Imu-Tasi sugli immobili". Lo ha detto il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa, durante la conferenza stampa di Forza Italia "Per uno shock fiscale nel settore immobiliare" che si e' tenuta al Senato. "Spero che in fase di varo della legge di bilancio si possa interloquire con il governo e la maggioranza per far si' che venga dato un impulso in positivo al settore immobiliare".

Spaziani Testa, nel ringraziare Forza Italia per l'attenzione che ha sempre mostrato verso il settore, ha sottolineato come alcuni pericoli siano stati scampati come quello della riforma del catasto, quello delle detrazioni sulle ristrutturazioni, risparmio energetico e antisismico. "Per quanto riguarda la cedolare secca - ha aggiunto - speriamo che ci sia una stabilizzazione non solo un rinnovo, nella nadef appena pubblicata vi e' scritto che la cedolare secca riduce fortemente l'evasione e amplia il mercato, dal 2012 al 2017, infatti, l'evasione e' stata dimezzata (-50,45%). Spero, inoltre, che possa essere portata all'attenzione della maggioranza la riduzione Imu-Tasi almeno per quanto riguarda alcune categorie".

(ITALPRESS)