Salute

Bere acqua frizzante riduce colesterolo e fa bene alla salute in menopausa?

Ecco i risultati dello studio

Bere acqua frizzante riduce colesterolo e fa bene alla salute delle donne in menopausa? Secondo uno studio bere acqua frizzante, ricca di bicarbonato di sodio, potrebbe dare benessere alle donne in menopausa.

La menopausa provoca nelle donne alcuni cambiamenti dovuti principalmente al calo dei livelli di estrogeni e provoca vampate, ansia, depressione e sbalzi d'umore. Lo studio condotto dalla dottoressa Stefanie Schoppen ed il suo team, è stato pubblicato sulla rivista scientifica The Journal of Nutrition. I ricercatori hanno analizzato gli effetti dell’acqua frizzante nelle donne in menopausa o amenorree ovvero prive di mestruazioni da almeno un anno, sane e non obese. Durante lo studio le donne non hanno assunto alcuna terapia sostitutiva di estrogeni, integratori di vitamine, minerali o fitoestrogeni o altri farmaci noti per influenzare il metabolismo osseo e lipidico.

I ricercatori hanno chiesto alle signore di bere un litro d’acqua liscia al giorno per due mesi e successivamente un litro di acqua gassata al giorno per altri due mesi. Durante il periodo di prova sono stati prelevati i campioni di sangue a digiuno per calcolare colesterolo totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL, trigliceridi, apolipoproteina AI, apolipoproteina B, la molecola di adesione cellulare intercellulare solubile (sICAM-1), la molecola adesione cellulare vascolare solubile-1 (sVCAM-1) e glucosio. I livelli di pressione sanguigna non hanno subito variazioni durante lo studio.

L'assunzione di acqua frizzante ha ridotto il colesterolo totale e il livello di colesterolo LDL del 6,8% (P = 0,001) e 14,8% ( P <0,0001) rispettivamente, mentre la concentrazione di colesterolo HDL è aumentata dell'8,7% ( P = 0,018) rispetto al periodo di controllo. Pertanto, gli indici di rischio cardiovascolare (CVD) (colesterolo totale / colesterolo HDL e colesterolo LDL / colesterolo HDL) sono stati significativamente ridotti (entrambi P <0,0001). I livelli solubili di ICAM-1 e sVCAM-1 sono diminuiti rispettivamente dell'8,4% ( P = 0,007) e del 14,8% ( P = 0,015). La concentrazione di glucosio nel siero a digiuno è diminuita del 6,7% ( p<0,0001). I livelli di trigliceridi non sono cambiati. I ricercatori in conclusione hanno visto che bere acqua frizzante, ricca di bicarbonato di sodio, in menopausa può effettivamente svolgere un ruolo vantaggioso nella prevenzione del rischio cardiovascolare e della sindrome metabolica. Ecco le altre notizie di salute pubblicate sul nsotro sito.