Il 6 ottobre

Grammichele, ritornano “I Paladini della Cultura”.

Premio Speciale Ad honorem sarà assegnato a Sebastiano Tusa

A Grammichele il 6 ottobre ritornano “I Paladini della Cultura”. Saranno assegnati i premi e le menzioni speciali della seconda edizione, organizzata dall'omonima associazione presieduta da Angelo Barone, nata dall'esperienza editoriale di Bianca Magazine.

I componenti della giuria composta da Pietro Agen, presidente della Camera di Commercio del Sud Est; Sandro Gambuzza, presidente SAC; Alberto Cicero, presidente di Assostampa Sicilia, giornalista e caposervizio redazione provincia di Catania de La Sicilia; Antonella Gurrieri, giornalista RAI; Omar Gelsomino, giornalista e direttore di Bianca Magazine; Francesco Floridia, libero professionista; dopo un'accurata selezione hanno scelto i nomi a cui assegnare questo prestigioso riconoscimento. Il premio “I Paladini della Cultura”, organizzato dalla redazione della rivista Bianca Magazine e dall'Associazione Giovani Imprenditori di Confcommercio Catania, nasce per valorizzare la cultura e le bellezze della Sicilia, la sapienza e la creatività della sua gente e dare riconoscimento alle Eccellenze Siciliane in tutte le arti e professioni. La mission di questa nuova edizione è il sostegno alla candidatura della città di Grammichele per iscrivere la sua piazza esagonale nella World Heritage List dell'Unesco.

Premio Speciale Ad honorem sarà assegnato a Sebastiano Tusa, già Assessore regionale ai Beni Culturali e all'Identità siciliana, grande archeologo nella gestione dei Beni Culturali e di innovazioni come l'istituzione della Soprintendenza del mare. Ha saputo comunicare nel mondo l’immagine di una Sicilia rinnovata grazie alla sua infaticabile ricerca e valorizzazione dei beni culturali valendosi con spirito pioneristico delle nuove tecnologie per la valorizzazione del patrimonio culturale. Ha creato gli Itinerari subacquei e ha musealizzato in situ il patrimonio archeologico offrendo un unicum al mondo.