Economia

5 milioni per il rischio idrogeologico a Modica, il Comune partecipa al bando

Il contributo in base alla grandezza del territorio è di 5 milioni di euro

Il Comune di Modica parteciperà al bando statale per l’elargizione di 400 milioni di euro destinati ad opere di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Di questi, l’entità del contributo elargibile in base alla grandezza dell’Ente è di 5 milioni.

Il Comune di Modica ha presentato un documento con un dettagliato prospetto riepilogativo di interventi previsti al fine di mettere in sicurezza dal rischio idrogeologico aree, opere e infrastrutture ricadenti in aree critiche. Sono sei gli interventi previsti: intervento di mitigazione del rischio idrogeologico per esondazione mediante regimentazione delle acque del torrente Passogatta; messa in sicurezza del tratto di alveo coperto di Via Fontana; sistemazione dell’alveo del torrente “S.Silvestro Rassabia Fasana Cava Fazio”; sistemazione degli argini del torrente Cava Ispica, pulizia del letto del fiume e sistemazione delle spalle del ponte crollato dopo l’alluvione del 2003; regimentazione delle acque meteoriche in c.da Scardacucco; rete di monitoraggio del meteo con sistema di allertamento istantaneo della popolazione.

“Negli ultimi anni – commenta l’Assessore Giorgio Linguanti – abbiamo realizzato tanto in materia di prevenzione del rischio idrogeologico anche se c’è ancora molto da fare vista anche la naturale conformazione del nostro territorio. Alcune opere sono già programmate, altre contiamo di poterle realizzare grazie a questo bando che sarebbe veramente una manna dal cielo per il nostro territorio. Siamo fiduciosi perché riteniamo di avere tutte le care in regola per risultare tra i comuni beneficiari dei fondi 2020”.