Rifiuti

Ragusa, ordinanza prosecuzione impianto Cava dei Modicani

Impianto di compostaggio

Il commissario Piazza emette ordinanza per prosecuzione gestione dell’impianto di compostaggio di Cava dei Modicani a Ragusa. Ci è voluta un’altra ordinanza contingibile ed urgente del Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa Salvatore Piazza per assicurare la prosecuzione dell’impianto di compostaggio sito in contrada Cava dei Modicani di Ragusa, una volta raggiunta la soglia finora autorizzata di 18,8 tonnellate di rifiuti.

La ditta che ha in gestione l’impianto di Cava dei Modicani infatti ha comunicato lo scorso 28 agosto la sospensione dei conferimenti per raggiunta capacità autorizzativa dell’impianto di compostaggio a partire dal 9 settembre prossimo, pertanto, al fine di scongiurare l’interruzione di pubblico servizio era necessaria l’emissione, di un nuovo provvedimento autorizzativo fino al 31.12.2019, per la prosecuzione della gestione dell’impianto di compostaggio con potenzialità fino a 75 ton/die, nelle more che i competenti organi regionali provvedano alla conclusione dell’istruttoria di cui alla richiesta inoltrata lo scorso 18 luglio ed al rilascio della relativa autorizzazione in via ordinaria dell’impianto.

L’ordinanza emessa dal Commissario Piazza consente di incrementare la soglia di conferimento (consentita dalla potenzialità dell’impianto) per tutti i comuni della provincia di Ragusa di altre 8550 tonnellate sino al 31 dicembre 2019, in modo da superare l’emergenza. L’aumento della soglia ha registrato il parere favorevole dell’Arpa con alcune prescrizioni, dell’Asp Ragusa e del dirigente della Srr Fabio Ferreri. In merito alle prescrizioni dell’Arpa, il dirigente della Srr Ragusa Fabio Ferreri ha rassicurato il tavolo che si tratta di prescrizioni per le quali la Srr è già al lavoro e si impegna di dare positivo riscontro alle stesse, nel rispetto dei tempi e procedure a ciò necessari, ed ha assicurato che attraverso un tecnico abilitato sarà effettuata una verifica sulla stabilità del manufatto e sullo stato della fessurazione ivi presente per la salvaguardia della struttura stessa e di tutti gli operatori. 

 
Commenta la News