Benessere

Dieta Pritikin per dimagrire e ridurre colesterolo e malattie cardiovascolari

Ecco un esempio di cosa si mangia nella dieta

La dieta Pritikin aiuta a dimagrire e a ridurre il tasso di colesterolo e il rischio di malatte cardiovascolari. La dieta Pritikin si basa su una alimentazione povera di grassi e ricca di fibre e carboidrati.

La dieta Pritikin è uno schema alimentare ideato negli anni cinquanta dall'ingegnere Nathan Pritikin, a cui era stata diagnosticata una patologia cardiaca in giovane età. Pritikin cominciò ad interessarsi di nutrizione e creò un programma dietetico che iniziò a seguire. Dal 1976, il metodo spiegato nel libro The Pritikin Diet and Exercice, basato su un'alimentazione poco calorica e sull'esercizio fisico, ha avuto successo in tutto il mondo. Ma vediamo cosa si mangia nella dieta Pritikin per dimagrire e ridurre il tasso di colesterolo e il rischio di malatte cardiovascolari.

Colazione con un’arancia, cereali integrali, crusca e uno yogurt bianco magro. Pranzo: una porzione di lenticchie, insalata mista, broccoli al vapore e una fettina di pane integrale. Merenda: carote e sedano crudi. Cena: riso integrale, gamberetti, verdure cotte a vapore, mela, tè. Ma vediamo ora quali sono gli alimenti permessi nella dieta Pritikin e quali bisogna evitare. Gli alimenti permessi nella dieta Pritikin sono: frutta, verdura, legumi secchi, prodotti a base di cereal integrali, latte, yogurt e formaggi magri, erbe aromatiche e spezie, caffè e tè, albume d'uovo cotto, pesce e frutti di mare, carne magra.

Gli alimenti da consumare meno possibile nella dieta Pritikin sono: oli vegetali, zucchero raffinato, zuccheri artificiali, sale, condimenti, alcool. Infine vediamo quali sono gli alimenti che bisogna evitare nella dieta Pritikin per dimagrire e ridurre il tasso di colesterolo e il rischio di malatte cardiovascolari: burro, grassi animali, cioccolato, margarina, oli idrogenati, carni grasse, salumi, noce di cocco, tuorlo d'uovo, fritti, dolci, dolciumi, sughi. La dieta Pritikin per dimagrire e ridurre il tasso di colesterolo e il rischio di malatte cardiovascolari può essere seguita solo dopo aver chiesto il parere del proprio medico.

Come facciamo sempre nelle diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di chiedere sempre il parere del proprio medico o di uno specialista prima di seguire qualsiasi regime alimentare dietetico, soprattutto se si soffre di varie patologie importanti come il diabete. Infine ricordiamo che la dieta sopraelencate è indicativa e che non devono essere lasciate le terapie mediche prescritte senza aver chiesto il parere del proprio medico.